Il Milan risponde alle big: vittoria per 3-2 in casa dell’Atalanta

di Gianfranco Rotondo

Milan dominante a Bergamo.

La squadra rossonera, dopo l'immeritata sconfitta in Champions League contro l'Atletico Madrid, riesce a vincere per 3-1 in casa dell'Atalanta e riportarsi al secondo posto a meno due dal Napoli di Luciano Spalletti. Una partita dominata in lungo e in largo dagli uomini di Pioli che chiudono la pratica già nel primo tempo grazie ai gol di Calabria e di Sandro Tonali. Nella ripresa arriva il colpo del K.O. con il gol di Rafael Leao che riesce a battere Musso per la terza volta. C'è spazio anche per i due gol della bandiera dell'Atalanta, con il calcio di rigore trasformato dall'attaccante colombiano, Duvan Zapata e dell'ex Marco Pasalic.

Prova di forza per il Milan, dunque, che riesce a portare a casa tre punti in uno dei campi più complicati della Serie A, contro una squadra che, negli ultimi anni, è stata sempre in lotta per le prime posizioni di classifica. Per Gasperini una doccia gelata che ridimensiona un po' quelle che erano le aspettative sulla squadra bergamasca che stasera era priva di Robin Gosens – leggi qui le ultime sull'infortunio. Mai, negli ultimi anni, si era vista un'Atalanta così domata dal punto di vista del gioco. Che sia la fine di un ciclo? Forse è presto per dirlo, ma di sicuro in quel di Bergamo devono porre dei rimedi, perchè i punti persi stanno iniziando ad essere troppi e le sette sorelle stanno iniziando a correre. Perdere il treno delle prime posizioni e dover rincorrere per recuperare potrebbe non essere una grande ipotesi.

La squadra di Pioli si candida ad essere una delle squadre che lotteranno fino alla fine del campionato. L'impressione è che è vero che sono stati persi dei giocatori molto importanti come Donnarumma e Calhanoglu, ma è anche vero che queste carenze sono state sopperite soprattutto con la crescita di alcuni singoli come Sandro Tonali, sempre più in palla, la coppia dei centrali difensivi che fa del Milan la seconda difesa del campionato italiano, un Leao mai così continuo. Insomma, solo buone notizie per Pioli fino ad ora. L'Inter avrà un avversario in più a cui stare attento nella lotta al tricolore.


Dalla stessa categoria

Le prossime partite

La classifica

Condividi su