Inter news, cosa succede ora con Sanchez? La scelta del club per gennaio

di Davide Giangaspero, pubblicato il: 29/10/2021

Inter news: un Sanchez diverso ha furoreggiato contro l'Empoli.

Il cileno è apparso in grande smalto contro i toscani. Giocate di gran classe, e una partita a tutto campo, hanno fatto lievitare nuovamente le quotazioni dell'ex Udinese nel pianeta Inter. Eppure, il destino di Sanchez sembrava ormai segnato, tanto da aprire importanti dubbi in vista del mercato di gennaio. Cosa succederà ora? La Gazzetta dello Sport fa il punto sullo status dell'attaccante sudamericano. “Sanchez già l’anno scorso era il primo cavaliere dietro alla Lu-La, il numero tre dell’attacco nerazzurro: quest’anno, almeno in partenza, ha fatto un passettino indietro visto l’arrivo di Correa, fedelissimo di Simone. Nel nuovo capitolo del turnover interista, il Tucu potrebbe avere una chance dall’inizio già domenica in casa contro l’Udinese”. E Sanchez? Comunque vada, specifica il quotidiano, ci saranno comunque tracce del cileno sparse qua e là.

In vista del mercato, invece, tutto aperto. “Le parti in commedia decideranno insieme il finale: restare uniti o separarsi. Risparmiare sette milioni di stipendio netti a stagione non dispiacerebbe di certo ai nerazzurri, ma trovare un altro sceriffo dello stesso livello non sarebbe una cosa facile”. Dubbi, dunque. Rinunciare a Sanchez non è facile (i dettagli sullo stato di forma dell'attaccante). Ma il cileno si gioca la riconferma da qui a Natale.

Deve dimostrare continuità e voglia di appartenere con forza ancora ad un progetto che lo ha visto fin qui protagonista davvero a intermittenza. Al Castellani, però, può essere iniziata un'altra storia. Diversa, certo, da quella che ha riguardato ieri altri calciatori e i rispettivi rinnovi (qui tutti i colpi di Zhang), ma ugualmente importante per un cammino sempre più positivo nelle logiche di rotazione. Se lo augura Simone Inzaghi; lo sperano, ovviamente, anche i tifosi nerazzurri. 


Dalla stessa categoria

Le prossime partite

La classifica

Condividi su