Inter, Perisic via. Quella telefonata di Inzaghi che non è bastata (CdS)

di Davide Giangaspero

L’Inter ha vissuto l’avvicinamento del Tottenham a Perisic come una doccia gelata. Lo scrive oggi il Corriere dello Sport ricostruendo i passaggi che stanno portando a grandi passi l’esterno croato da Conte, a Londra. Nel club nerazzurro – si legge sulle pagine del quotidiano romano – si registrava ottimismo dopo il rilancio fatto all’offerta di rinnovo contrattuale.

L’Inter si era spinta fino a 4.8 di euro per due anni, più bonus. Non è bastato. Ieri pomeriggio il Tottenham ha informato l’Inter con una lettera ufficiale dell’accordo raggiunto col calciatore. C’è malcontento in società per il modo in cui Perisic e l’entourage hanno gestito la vicenda. La sensazione è che l’avventura del croato all’Inter sia ormai terminata. Anche Inzaghi ha provato a convincerlo: ma la telefonata che sarebbe andata in scena martedì col tecnico diretto protagonista, non avrebbe sortito gli effetti sperati.

Inter, e ora? Perisic via. Cosa farà il club nerazzurro sul mercato

Sarà Gosens il titolare della prossima stagione sulla fascia sinistra. Il suo vice non sarà quel Dimarco che Inzaghi considera, piuttosto, un centrale di difesa a sinistra. Su Cambiaso, che piace agli uomini di mercato nerazzurri, ci sarebbe anche il Napoli.

Un’idea porta a Bellanova del Cagliari (di piede destro, spingerebbe Darmian sulla corsia opposta). Sono opzioni più care Udogie dell’Udinese e Kostic del Francoforte. Con il serbo, ovviamente, cambierebbe notevolmente la strategia: due calciatori esperti a giocarsi il posto (Kostic appunto, e Gosens), così come avvenuto nella seconda parte della stagione appena conclusa in presenza di Perisic. Le parole dure di Bonan sul croato e il suo addio.


Dalla stessa categoria

Le prossime partite

La classifica

Condividi su