Inter news, bufera sull’arbitro: c’è la drastica decisione

di Vincenzo Mirto, pubblicato il: 02/11/2021

Inter news, arriva la drastica decisione del designatore Rocchi sull'arbitro Maresca.

L’undicesima giornata di Serie A è stata nuovamente segnata da errori dei 'fischietti'. Il match ‘incriminato’ è il posticipo di domenica sera tra Roma e Milan dove l’arbitro Maresca è stato protagonista di una prestazione insufficiente. Concede un calcio di rigore che potremmo definire 'estremamente dubbio' ai rossoneri ignorando l’intervento del Var Mazzoleni che lo ha chiamato a rivedere l’azione. Discutibile anche la scelta di assegnare il secondo giallo a Theo Hernandez, che salterà il derby contro l'Inter, dopo aver ignorato ad inizio azione un intervento falloso del giallorosso Felix a Krunic. Polemiche anche per il mancato rigore alla Roma negli ultimi minuti del match sul contatto Kjaer-Pellegrini, situazione molto simile all’intervento di Dumfries su Alex Sandro in Inter-Juve della scorsa settimana (qui l’approfondimento sulla questione).

Oltre ai casi singoli, è stata anche la gestione complessiva del match a far irritare l’Aia che ha deciso di sospenderlo. Non sono affatto piaciuti a Rocchi gli 11 cartellini gialli assegnati, ritenuti troppo eccessivi. I cartellini gialli sono un vero e proprio punto debole di Maresca: basti infatti pensare agli otto concessi in Inter-Atalanta e in Parma-Monza. Secondo quanto riportato dal Corriere dello Sport oggi in edicola (martedì 2 novembre), l’arbitro campano potrebbe restare fermo per diverse settimane. Possibile che nelle prossime settimane, faccia il Var in Serie B per poi di rigore un’altra partita in nella serie cadetta.

Intanto la mattinata dell'Inter si è aperta con la notizia di un possibile addio di Christian Eriksen. Il fuoriclasse danese – a riportare la notizia è sempre il Corriere dello Sport – potrebbe salutare i nerazzurri nel 2022. Destinazione? L'Ajax. Qui potete trovare il nostro approfondimento


Dalla stessa categoria

Le prossime partite

La classifica

Condividi su