GdS | Keita Baldé, il riscatto dell’esterno passa da…

Keita, febbraio mese decisivo

Negli ultimi due mesi stagionali, Keita Baldé Diao, è riuscito ad esprimere al meglio le sue potenzialità, iniziando a giocare con più continuità sulla corsia di destra. Il senegalese ha caratteristiche completamente di diverse dal compagno di reparto, Ivan Perisic.

E’ molto rapido, dotato di grande tecnica e molto abile nel dribbling nello stretto. Questi punti di forza fanno di lui un esterno moderno, in grado di conciliare assist a gol, creando superiorità numerica cercando costantemente il dribbling. Il croato ha diverse doti, da centrocampista esterno più che da attaccante: difficile che salti l’uomo, predilige posizionarsi largo cercando il fondo ed il cross.

Leggi anche: Maglia Inter 20 anni Nike | Ecco le immagini in anteprima

Secondo quanto riportato dalla Gazzetta dello Sport, a gennaio ci sarà un incontro tra l’Inter e l’entourage del giocatore per decidere e studiare un piano per il riscatto, dato che entro fine maggio i nerazzurri dovranno, in caso volessero, esercitare il riscatto di 34 milioni. In questo ragionamento potrebbe essere inserito proprio Perisic, sempre più orientato alla cessione. Questo periodo diventa fondamentale per l’ex Monaco, dovrà continuare sui livelli mostrati per poter guadagnarsi una riconferma.

Un attaccante esterno del calibro del senegalese, a quel prezzo è difficile trovarlo, soprattutto se si comparano l’età e l’esperienza internazionale. I nerazzurri potrebbero fare un vero affare, ricordandosi anche della vicenda Cancelo, in parte molto simile. Entrambi hanno trovato spazio tardi. Joao lo ha dimostrato di valere quella cifra, poi non investita per problemi di F.PF. Il numero 11 nerazzurro ha ancora qualche mese per far vedere a tutti di che pasta è fatto.

Fonte: Gazzetta dello Sport

Inter news, i tifosi hanno deciso: un verdetto senza dubbi

Calenda, Ag. Keita, importanti dichiarazioni sul futuro: “Non sarà…”