Mercato Inter, notizia da brividi: ‘Conte vuol far spesa a Milano’

di Matteo Gardelli, pubblicato il: 02/11/2021

Mercato Inter, notizia da brividi: “Conte vuol far spesa a Milano”.

È il titolo di Tuttosport in edicola oggi, martedì 2 novembre. “In estate – scrive Stefano Pasquino – Conte proverà l'assalto a Lautaro Martinez, Nicolò Barella e Milan Skriniar che tra l'altro è da sempre un pallino di Paratici. Nel calderone potrebbe rientrare pure Stefan De Vrij che ha un contratto in scadenza nel 2023 e che Mino Raiola in estate tentò di piazzare inutilmente in Premier”.

Il quotidiano torinese sottolinea come “Antonio Conte torna ad aleggiare, stavolta come un avvoltoio, sull'Inter. Un rischio che Beppe Marotta, dopo aver firmato in estate la buonuscita all'allenatore, sapeva di correre. Difficile – secondo l'analisi di Tuttosport – pensare che il tecnico fresco campione d'Italia in nerazzurro faticasse a trovare squadra”. Secondo Stefano Pasquino, Conte sfrutterà i prossimi mesi al Tottenham “per fare un casting alla rosa a sua disposizione, avendo in Paratici – direttore sportivo della Juventus con cui aveva conquistato tre scudetti in tre indimenticabili annate – un formidabile alleato”. Non solo. Tuttosport aggiunge che “considerato che nulla cambierà nella strategia di Suning, visto che la proprietà ha chiuso del tutto i rubinetti per l'Inter che quindi – come accaduto nell'ultima sessione estiva – dovrà pensare prima a vendere e poi a rappezzare la rosa con la forza delle idee”.  

Intanto “si fosse seduto su una panchina italiana entro il 31 dicembre, Antonio Conte avrebbe dovuto restituire all'Inter la buonuscita concordata quest'estate per lui e il suo staff, 14,3 milioni che il club ha messo nel bilancio 2020-2021 per interrompere il rapporto con il tecnico di Lecce. Essendo – spiega il Corriere dello Sport – l'ex ct passato alla panchina del Tottenham, di quei soldi la società di viale della Liberazione non rivedrà neppure un euro”. Qui potete trovare il nostro approfondimento.


Le prossime partite

La classifica

Condividi su