Lukaku Inter, e tanto altro. Settimana prossima valanga di annunci (TS)

di Davide Giangaspero

Lukaku-Inter in testa, ma gli affari sono tanti. Il club nerazzurro può scatenarsi nell’ultimissima fetta del mese. La chiusura di Giugno coinciderà con l’annuncio e l’arrivo di nuovi volti a Milano. Rincorsi, trattati con ferocia, e ormai pressoché definiti, son pronti a tuffarsi nella nuova avventura. In 4 giorni colpi da Champions” titola oggi Tuttosport circa le prossime operazioni.

C’è ovviamente Lukaku in testa al treno di calciatori che aspettano. Ma la prossima, specifica il quotidiano piemontese, non sarà solo la settimana del Lukaku-bis. Diventeranno infatti ufficiali gli acquisti di Onana e Mkhitaryan, ormai da tempo bloccati e ora pronti a tingersi – anche formalmente – di nerazzurro. Stesso discorso per i giovani Bellanova e Asllani, anche per loro – spiega il giornale – visite mediche e annuncio. Una scorpacciata di novità per Inzaghi che può gongolare per la vasta operatività messa in gioco dalla dirigenza.

Trattative in corso. Giorni caldissimi: Lukaku Inter e non solo. Cosa farà Marotta la prossima settimana

Dagli affari già definiti, a quelli – frenetici – su cui sono ancora in corso tentativi. Tra entrata e uscita non mancherà l’operatività. C’è l’incontro in programma col Torino per Bremer, ma anche la chiusura del rapporto con Vidal in agenda (possibile una buonuscita. Il calciatore ha richieste trasversali in giro per il Mondo).

L’Inter vorrebbe separarsi pure da Sanchez (spunta un club di Premier League) e aspetta il sì di Sensi per la cessione del centrocampista azzurro al Monza. Sviluppi si attendono ovviamente pure sul fronte Skriniar-Psg. Lo slovacco, conferma il giornale, è l’indiziato big a lasciare Milano. Quanto a Pinamonti: l’attaccante, gran protagonista nell’ultima stagione ad Empoli, si è promesso all’Atalanta, ma è nel mirino di mezza Serie A. Nel menù più immediato mancherà invece Paulo Dybala: il calciatore resta un obiettivo, ma i tempi si sono allungati. Per lui novità potrebbero arrivare soltanto dal 4 luglio in poi. Non un argomento, insomma, l’argentino, almeno nel brevissimo periodo.


Dalla stessa categoria

Le prossime partite

La classifica

Condividi su