Lecce Inter, il quotidiano è duro: un nerazzurro ieri spaesato e mai incisivo

di Davide Giangaspero

Lecce Inter ha aperto il campionato 22/23 dei ragazzi di Inzaghi. Una vittoria al fotofinish, firmata Dumfries, ha permesso ai nerazzurri di iniziare col piede giusto. Non una gara semplice quella in Salento, resasi complicata dopo il momentaneo pareggio degli uomini di Baroni, e riportata ai titoli di coda sui binari di un successo già prezioso.

Nelle pagelle de La Gazzetta dello Sport, il migliore è proprio l’olandese Dumfries. L’ex Psv non era partito titolare, ma ha trovato il modo per prendersi la scena. “Porta un plus di fisicità e coraggio: la testata sul palo è solo un avviso al Lecce, poi il guizzo di pancia rovina del tutto la notte salentina”, il giudizio del quotidiano sulla prova dell’esterno. Il voto? 7.5.

Lecce Inter e la gara complicata. Male un nerazzurro su tutti

Non è stata una passeggiata, come detto. E non tutti hanno brillato nella serata del Via del Mare. Un esempio? Hakan Calhanoglu.

Il turco è bocciato dal quotidiano milanese con un 5. Lui il peggiore fra gli uomini di Inzaghi stando alle pagelle del giornale. “Una di quelle serate in cui Calha è in cerca di sé: spaesato e mai incisivo, poi lascia per il tridentone da combattimento”, il giudizio sulla prova certamente incolore del fantasista.


Dalla stessa categoria

Le prossime partite

La classifica

Condividi su