Inter, vittoria a tavolino? L’errore del Bologna, scoppia il caso

di Davide Giangaspero

Inter, non si placano le polemiche per la sfida contro il Bologna non giocata.

Non l'unica partita fermata dall'Asl, quella del Dall'Ara. Ma, in questo caso, si sarebbe configurato un giallo in più. Lo spiega gazzetta.it. Il Bologna, nonostante poi non si sia presentato in campo, ha presentato regolarmente la distinta di gioco. Si tratta del documento ufficiale che ogni squadra consegna all'arbitro. Un caso isolato, in quanto altri club che ieri non hanno giocato, non hanno fatto altrettanto.

Ma cosa è successo? “La distinta del Bologna, documento che ormai da diverso tempo i club compilano on-line su un’area extranet della Lega, era stata caricata dai dirigenti rossoblu la sera precedente. Una sorta di “bozza”, che andava rivista il giorno della partita in caso di disputa della gara”, si legge sul sito del quotidiano.

E' seguita, così, la dimenticanza del club felsineo. E la distinta è arrivata regolarmente all'arbitro Ayroldi, pur nell'eccezionalità di una squadra poi non presentatasi in campo. 

“Da capire se il caso-distinta provocherà un immediato 0-3. O se, al contrario, avrà ragione il Bologna nel sentirsi al sicuro”. Sì, perché ora il Giudice Sportivo dovrà pronunciarsi anche su questa incongruenza. Un errore fatale? Balla pure il caso Calhanoglu, in caso di 0-3 a tavolino in favore dei nerazzurri, il turco vedrebbe scontata la sua giornata di squalifica regolarmente nella sfida (mai giocata) col Bologna. In caso contrario, il rosso confluirebbe nel prossimo match con la Lazio che, dunque, il centrocampista nerazzurro andrebbe a vivere soltanto da spettatore. Caso Bologna-Inter: leggi le parole di fuoco di Beppe Marotta.


Dalla stessa categoria

Le prossime partite

La classifica

Condividi su