Inter, verso un cambio di formazione permanente: i numeri sono chiaramente a favore

di Candido Baldini, pubblicato il: 12/04/2022

Inter, sabato pomeriggio i nerazzurri si sono presi una vittoria pesantissima contro il Verona.

I tre punti conquistati hanno proiettato Simone Inzaghi ed i suoi ad un primo posto “virtuale” (che con una vittoria nel recupero contro il Bologna diventerebbe reale). Oltre l'atteggiamento ciò che ha premiato è stata la proiezione offensiva della squadra, che ha saputo creare tante occasioni e ha sbloccato quasi subito il match (e altrettanto velocemente l'ha chiusa già nel corso del primo tempo). Tutto questo però non è stato solo frutto di un diverso approccio psicologico. C'è stato anche un cambio di formazione (forzato) che ha dato freschezza all'attacco. La squalifica di Lautaro Martinez infatti ha fatto sì che il tecnico scegliesse la coppia Dzeko-Correa, scelta rivelatasi vincente.

La Gazzetta dello Sport in edicola questa mattina ha esaltato tale decisione, sottolineando come questo tandem possa diventare quello titolare.  “È una scoperta di aprile, ma solo perché Correa è stato tormentato dagli infortuni. Insieme i due hanno giocato quattro partite in campionato. Troppo poco per fissare una regola, ma abbastanza per intravedere una tendenza: i numeri medi sono sensibilmente migliori con loro rispetto a quelli con un’altra coppia qualsiasi in campo. Quattro partite, quattro vittorie, nove gol fatti, zero subiti. Più in generale: la squadra ha sempre tirato di più, costruito di più, arrivata di più al cross e anche avuto di più il possesso palla”. I numeri  non lasciano spazi a dubbi quindi: i due  acquisti della scorsa sessione di mercato sono la coppia di attacco più prolifica tra quelle sperimentate finora. Un assaggio si è avuto all'Olimpico, quando l'Inter ha schiantato, anche qui nel primi tempo, la Roma per 0-3.


Le prossime partite

La classifica

Condividi su