Inter, il nervosismo è il nemico. Inzaghi ricorre a volti nuovi?

di Candido Baldini, pubblicato il: 17/03/2022

Inter, Simone Inzaghi deve trovare il bandolo della matassa per sbrogliare una situazione abbastanza ingarbugliata.

Il Corriere dello Sport questa mattina ha fatto il punto della situazione, analizzando i motivi della flessione che va avanti da un pò di tempo e che si sperava fosse superata dopo la doppia vittoria con Salernitana e Liverpool. Il solo punto raccolto contro il Torino (e all'ultimo respiro) ha rappresentato una doccia gelata. Secondo il quotidiano romano ci sarebbe un nervosismo che il tecnico deve gestire, e i cui primi segnali sono arrivati nel derby, quando c'è stata la doppia espulsione di Alessandro Bastoni e dello stesso allenatore. Ora si cerca di superare questo stato mentale. Il gruppo è solido, e la grigliata di ieri ne è la prova. “Si è trattato, comunque, di piccoli segnali. Il gruppo, infatti, resta più che solido. Ogni opportunità per ricompattarsi, però, va colta. E, infatti, ieri Correa e Lautaro si sono messi alla griglia, servendo asado a tutti. In aggiunta, per non rischiare, è arrivata la decisione di multare Vidal per le dichiarazioni sul Flamengo e per la frase «La cresta dorata? Così magari il mister mi vede…», all'interno di un'intervista non autorizzata”. 

Oltre che sul piano psicologico sarà però necessario trovare una svolta anche su quello fisico, e per questa ragione si starebbero valutando alcuni cambi di formazione. Contro la Fiorentina in particolare potrebbero giocare dal primo minuto sia Joaquin Correa che Robin Gosens. L'argentino è stato assente per molto tempo a causa di alcuni infortuni mentre il tedesco nelle occasioni in cui è stato chiamato in causa ha sempre risposto presente, facendo vedere ottime cose. 


Le prossime partite

La classifica

Condividi su