Inter, i 5 peccati di Inzaghi potrebbero mettere a repentaglio il suo futuro

di Candido Baldini

Inter, Simone Inzaghi, dopo il doppio pareggio con Torino e Fiorentina, è finito sul banco degli imputati in maniera decisa.

Le certezze che contornavano la sua posizione si fanno meno robuste, e la Gazzetta dello sport questa mattina ha fatto il punto della situazione. La fiducia c'è ancora, ma i bonus che gli sono stati concessi stanno per terminare. Per far sì che il futuro non venga messo in discussione il tecnico nerazzurro dovrà riprendere in mano la situazione. Secondo il quotidiano sarebbero 5 i punti salienti che stanno determinando lo scenario attuale. In primis non sembra esserci più traccia di quella mentalità vincente che il suo predecessore aveva costruito. Il secondo punto è una logica conseguenza del primo: la squadra non sa gestire la pressione. Non a caso infatti il crollo c'è stato dopo la sconfitta nel derby, quando i giocatori si sono resi conto che il titolo non sarebbe arrivato al termine di una cavalcata trionfale, ma al contrario sarebbe servito un'importante sforzo.

Terzo punto, la comunicazione. Con Conte traspariva sempre un'esigenza di migliorarsi e un sentirsi in bilico, mentre con Inzaghi le parole sembrano sempre volte a tranquillizzare, al punto, scrive la rosea, da rischiare che si formino alibi su cui crogiolarsi Poi c'è la questione della preparazione fisica. Lo staff del tecnico non è abituato a lavorare con impegni così ravvicinati e con giocatori spesso impegnati con le nazionali. Infine la mancanza di un piano di gioco alternativo. L'assenza di Marcelo Brozovic si sente sempre, e la società non ha mai pensato di intervenire cercando un giocatore che potesse sostituirlo. Ciò ha fatto sì che l'allenatore è dovuto andare per tentativi, adattando in quella posizione altri uomini, senza mai arrivare a risultati soddisfacenti.


Dalla stessa categoria

Le prossime partite

La classifica

Condividi su