Nainggolan, il CT del Belgio spiega la mancata convocazione ai mondiali

L’esclusione di Radja Nainggolan dalla lista dei convocati del Belgio per il Mondiale di Russia ha senza dubbio fatto scalpore. A distanza di mesi da quella scelta che ha sorpreso un po’ tutto il mondo del calcio, il CT dei Diavoli Rossi Roberto Martinez ha spiegato il motivo per cui ha deciso di escludere l’attuale centrocampista nerazzurro.

Esclusione Nainggolan, le parole di Martinez

“Sarebbe stato più facile per me selezionare i giocatori più popolari, ma sono venuto in Belgio per avere successo, non guardo il nome o il passato di qualcuno, guardo solo come qualcuno lavora quando lavoro con lui, queste sono decisioni difficili, ma è per questo che sono lì, ed è quello che mi viene chiesto. Nainggolan? La ragione è tattica: non potevo dare a Radja il ruolo che aveva con il suo club, se avessi potuto schierare dodici giocatori, sarebbe stato lì“. Queste le parole del CT del Belgio. Escludere dall’elenco dei convocati uno dei centrocampisti migliori in quel ruolo è stata senza dubbio una scelta molto coraggiosa. Nonostante sia stato molto criticato però, Martinez è riuscito a disputare un Mondiale più che dignitoso anche senza l’ausilio del forte centrocampista dell’Inter. Chissà però se per gli europei del 2020 per Nainggolan si spalancheranno nuovamente le porte della Nazionale…

(Fonte: voetbalnieuws.be)

Mercato Inter, il Monaco pronto a soffiare via un difensore ai nerazzurri

Miranda, Pavoletti scherza: “Mi ha sfondato di botte”. Ecco perchè