Joao Mario, il portoghese parla della sua completa “rinascita”

Intervistato in esclusiva da DAZN dopo il successo contro il Napoli, Joao Mario ha speso due parole anche su stesso. L’ex Sporting, arrivato a Milano nel 2016 per 45 milioni di euro, è stato fino ad oggi l’acquisto più costoso della storia del club nerazzurro. Per questo motivo, le prestazioni sottotono degli ultimi anni, hanno fatto di lui uno dei giocatori più bersagliati.

Dopo aver disputato un ottimo europeo col suo Portogallo, le aspettative su di lui erano molto alte. Nonostante De Boer e Pioli provarono a dargli continuità, Joao Mario non è mai riuscito a brillare. Infatti, lo scorso gennaio, l’Inter decise di mandarlo in prestito al West Ham nella speranza che gli Hammers lo riscattassero. Alla fine però il portoghese fece rientro alla base dove Spalletti sta riuscendo a rivitalizzarlo. Un processo di rinascita abbastanza rapido che è nato dalla sfida dell’Olimpico contro la Lazio.

Joao Mario: “A Roma non mi aspettavo di giocare”

Proprio sulla sfida contro i biancocelesti, l’ex Sporting ha dichiarato: “Non mi aspettavo di giocare. Era una partita difficile, fuori casa. Ho avuto l’opportunità e sapevo di dover dare tutto per avere continuità. Spalletti prova ad aiutare tutti sull’aspetto psicologico. Magari tu non stai bene psicologicamente e la gente non capisce perché. E’ una persona molto emotiva in partita”.

Inter-Napoli, la moviola: Mazzoleni annaspa (GdS)

Ancelotti difende Koulibaly e spiega il motivo dell’applauso a Mazzoleni