Lecce-Inter, le pagelle: Lautaro killer, Sanchez illumina, de Vrij muro, Asllani alla Kovacic

di Gianfranco Rotondo, pubblicato il: 25/02/2024

Lecce-Inter, le pagelle dei nerazzurri. Una vittoria che vale oro e che riporta la squadra di Inzaghi a nove lunghezze dalla Juventus, in attesa di recuperare la partita contro l’Atalanta. Tre punti fondamentali per presentarsi al meglio al prossimo doppio confronto di campionato che vede anche la partita contro la bestia nera Bologna, prima dell’Atletico Madrid. Intanto, di seguito, ecco i voti dei nerazzurri.

AUDERO, 6: Qualche brivido con i piedi, ma la serata nel complesso è tranquilla.

BISSECK, 6: Qualche imprecisione nel primo tempo, poi ritrova la calma e riesce a giocare con tranquillità.

DE VRIJ, 7: Un muro. Sempre elegante e preciso nelle chiusure, il migliore del reparto arretrato, soprattutto nel primo tempo quando il Lecce attacca di più. Segna alla sua maniera di testa ed è un gol meritato dopo quasi due anni.

CARLOS AUGUSTO, 6: Sempre affidabile e sempre sul pezzo, sia da terzo che da quinto. Lotta e corre, anche se l’aggressività del Lecce non gli permette di proiettarsi troppo in avanti.

DUMFRIES, 6: Sgaloppa spesso, anche se non punta quasi mai l’uomo. Crea qualche chance, ma sul finale di partita ne spreca una clamorosa.

FRATTESI, 7: Inserimenti e dinamismo continuo. Alla fine arriva il gol, ma anche l’assist per la doppietta di Lautaro. Arma sempre preziosissima in termini di presenza in zona gol.

ASLLANI, 6,5: Partita ordinata da parte dell’albanese che gestisce bene il possesso e fa il compito senza strafare. Un cioccolatino l’assist per Lautaro che ha ricordato il primo Kovacic.

MKHITARYAN, 6: Si limita a gestire e ripartire senza strafare. Soffre un po’ la fisicità del centrocampo leccese, ma se la cava con mestiere.

DIMARCO, 6: Pronti, via e commette un errore grave, ma Almqvist non ne approfitta. Poco dopo perde un pallone sanguinoso che fa partire un contropiede per il Lecce. Mezzo voto in più per l’assist per il quarto gol di de Vrij.

LAUTARO, 7,5: Un killer. Due occasioni e due gol. Firma il centesimo e il centunesimo gol in Serie A. Una crescita continua la sua.

SANCHEZ, 7: Finalmente Nino. Gioca con qualità, si sgancia dalla linea d’attacco e lancia sulla corsa gli inserimenti dei compagni. Suo anche l’assist per il gol di Frattesi.

BARELLA, 6: Gestisce palla e fa da frangiflutti davanti alla difesa.

ARNAUTOVIC, 6: Entra bene, manda in porta qualche compagno e avrebbe anche potuto segnare il pokerissimo.

AKISANMIRO, 6: Entra con personalità e lotta su ogni palle che gli capita.

BUCHANAN, 6: Vuole farsi vedere ed ha le qualità. Ma deve crescere tanto a livello tattico, sia quando si deve chiudere l’azione, che quando deve rincorrere l’avversario in difesa.

KLAASSEN, 6: Si limita a gestire. Da un suo inserimento sarebbe potuto arrivare anche il quinto gol, ma viene fermato in angolo.


Dalla stessa categoria

Le prossime partite

La classifica

Condividi su