Inter, Inzaghi parla del match: le parole sulla difesa e Arnautovic. E sul ricorso al mercato…

di Gianfranco Rotondo, pubblicato il: 23/12/2023

Inter, Inzaghi parla dopo la partita. Una vittoria fondamentale per repingere la Juventus e per rimettere le distanze in classifica. Un 2-0 importante, perchè la gara non è stata semplicissima vista l’organizzazione del Lecce e viste le pesanti assenze in rosa a causa degli infortuni. Dopo la partita, Simone Inzaghi ha parlato ai microfoni di Sky Sport sulla vittoria, ma anche su tanto altro. Ecco le parole di Inzaghi.

Sulla partita: “Venivamo da un risultato che non ci faceva felici, mercoledì avremmo meritato la qualificazione. Avevamo fatto 120′ e avevamo messo tanto in campo, eravamo delusi ma abbiamo avuto 48 ore per preparare la partita col Lecce. Dopo un primo tempo così, pali e parate del portiere, non vedevamo l’ora di sbloccarla. Il Lecce ha fatto bene nei primi minuti, poi abbiamo tenuto bene e fatto il 2-0”.

Sull’ottima tenuta difensiva: “I ragazzi sono stati lucidi e non frenetici, lo avevo chiesto alla vigilia. Vuoi sbloccare queste partite ma non è semplice, il Lecce è preparatissimo e ben allenato. I ragazzi hanno fatto un’ottima gara, vittoria meritata”.

Sui cambi tardivi: “Ero contento della squadra, era una di quelle sere che avevo scelte limitate. Sanchez era recuperato ieri, Pavard ha giocato mezz’ora col Bologna. Avevo le due mezzali e il play che potevano entrare subito, i quinti non c’erano, Lautaro non c’era. Stasera eravamo in grandissima emergenza, in questa emergenza stiamo trovando risorse. Pavard ha provato a fare il quinto e stava per fare gol. Siamo in emergenza, i ragazzi stanno andando oltre e sono molto soddisfatto”.

Sul ricorso al mercato a gennaio: “Con la società stiamo già parlando. Marotta, Ausilio e Baccin sono già al lavoro, abbiamo tantissime partite. Avevo solo Carlos e Darmian come quinti, mi sarei inventato qualcosa con Frattesi o Mkhitaryan. Pavard è rientrato da 3 giorni da una lussazione, stiamo facendo bene ma Cuadrado non lo avremo fino ad inizio aprile. E’ un’assenza pesante”.

Sulla prestazione di Arnautovic: “Per me è come se avesse fatto doppietta. E’ stato bravissimo, dal 1′ al 95′. Ha fatto salire la squadra, le due fasi. L’unico dispiacere di tutta l’Inter è che non abbia fatto gol, sulla prima occasione è stato bravissimo Falcone. Deve continuare a lavorare così, le soddisfazioni personali all’Inter è giusto metterle in secondo piano. Si è inserito bene, è un valore aggiunto e deve continuare così”.

Sul regalo che farà alla squadra: “Due giorni di riposo. Era dal 13 luglio che non ne avevano due attaccati”.


Dalla stessa categoria

Le prossime partite

La classifica

Condividi su