Inter, Gosens a tutto gas. Il tedesco ora è pronto a dare il massimo

di Diego De Cicco, pubblicato il: 22/04/2022

Inter, Gosens a tutto gas.

L’esterno sinistro si sta ritagliando una fetta importante in questo finale di stagione. In un ruolo nel quale la presenza e le prestazioni mostruose di Perisic lo hanno in pratica sempre tagliato fuori dalla possibilità di partire titolare, sta dimostrando un’attitudine eccellente nel subentrare al croato. Martedì si è tolto anche la soddisfazione di segnare sotto la curva nord il gol del 3 a 0 che ha chiuso il derby di ritorno della semifinale di Coppa Italia, aprendo le strade per la finalissima di maggio a Roma contro la Juventus.

Il tedesco è stato l’acquisto a sorpresa del mercato invernale interista. La dirigenza nerazzurra lo ha preso dall’Atalanta nonostante fosse infortunato da fine settembre. Dopo il recupero si è messo a disposizione di Inzaghi e sta entrando sempre più spesso nelle rotazioni del mister nerazzurro a partita in corsa.

Tuttomercatoweb.com riporta una sua intervista al magazine tedesco 11 Freunde, nella quale Gosens parla del suo approdo all’Inter affermando che per lui è stato come se tutto ripartisse da zero. Tutto quello che aveva fatto nello spogliatoio atalantino, non contava più e avrebbe dovuto dimostrare di meritarsi la maglia interista, lavorando giorno dopo giorno. A Bergamo Gosens era uno dei giocatori con più anni in forza alla Dea e racconta che in pratica gli era concesso di fare un po’ qualsiasi cosa, mentre all’Inter essendo l’ultimo arrivato era normale e giusto sentirsi un po’ messo sott’occhio dai veterani. Ha confidato che l’ambientamento è stata una fase interessante perché si è dovuto far conoscere dai compagni e quindi aver vissuto un inserimento graduale giorno dopo giorno. Con il lavoro e i giorni insieme il processo di adattamento e conoscenza è migliorato e quindi anche la possibilità per lui di esprimersi in maniera più fluida e naturale, lavorando al meglio. 

Lavoro che Gosens, in conclusione, ha ribadito di essere fondamentale e l'unico modo per dimostrare di meritarsi una maglia da titolare. 

Il futuro in nerazzurro è suo.


Dalla stessa categoria

Le prossime partite

La classifica

Condividi su