Inter, cambia tutto per Sensi? C’è una necessità . Cosa può succedere ora

di Davide Giangaspero

Inter, è stata una serata incredibile, quella di ieri, per Stefano Sensi.

Il centrocampista è tornato decisivo, proprio quando il suo trasferimento alla Sampdoria sembrava ad un passo. Non che la pista che potrebbe portarlo a Genova è tramontata, certo. Ma dopo ieri qualche riflessione in più sarà certamente intervenuta nei pensieri dei dirigenti nerazzurri. E' gazzetta.it a sussurrare la possibilità di un dietrofront sul futuro di Sensi (le parole di ieri di Inzaghi sul centrocampista).

Resta a Milano? Del resto, l'infortunio di Joaquin Correa e la cessione già ufficializzata in Francia, al Brest, di Martin Satriano, rendono il reparto offensivo più sguarnito. Un'occasione, quella che potrebbe profilarsi, inaspettata. Quel destro, nei tempi supplementari di una sfida infinita come quella di ieri contro l'Empoli (clicca qui per le pagelle di InterDipendenza.net), potrebbe anche aver cambiato il corso di eventi che sembravano ormai scontati. Un gol decisivo.

Stefano Sensi, come rimarca La Gazzetta dello Sport, ha già giocato peraltro in passato a ridosso di una punta. Era successo contro il Genoa, potrebbe ancora succedere se – in ambito rotazioni, e mercato permettendo – Inzaghi dovesse aver bisogno di un calciatore dalle sue caratteristiche. Resterà davvero?

“A un passo dall’addio, il segnale di vita. Questo gol e lo stop del Tucu cambieranno le cose? Chissà che la scelta di Inzaghi – “Sì, lo metto” – non possa risultare una mossa che cambia le carte in tavola. Una sliding door”, si legge sul sito del quotidiano milanese, in pieno calciomercato (qui le parole dell'amministratore delegato Beppe Marotta sulle idee nerazzurre: da Dybala a Scamacca).


Dalla stessa categoria

Le prossime partite

La classifica

Condividi su