Calha pronto per la Champions. In conferenza racconta il suo ‘segreto’

di Diego De Cicco

Hakan Calhanoglu ha partecipato alla conferenza stampa prepartita di Inter – Liverpool.

Ecco le parole del centrocampista turco dell’Inter:

Avete fatto due ottime partite contro il Real Madrid nel girone di Champions, ma non siete riusciti a portare a casa punti. Qual è l’errore da non ripetere con il Liverpool?

“Sono d’accordo. Abbiamo giocato davvero bene con il Real Madrid, sia in casa che fuori. La mancanza è stata non sfruttare le numerose occasioni create. Noi ne creiamo sempre tante. Domani ne avremo due o tre e dovremo essere pronti a sfruttarle. Se facciamo gol dobbiamo tenerla fino alla fine, perché sarà una partita molto intensa.”

Qual è il segreto della tua stagione, finora la migliore da quando sei in Italia. È  merito di Inzaghi?

“Il mio segreto è il cuore e la mentalità. Sono arrivato in una squadra con una grande mentalità e con giocatori che hanno già vinto il campionato. Loro mi hanno dato una grande mano. Con il mister gioco un altro ruolo rispetto a prima, toccando molto di più la palla e questo mi piace. Poi il resto tocca a me, alla mia qualità e al gioco insieme ai compagni.”

Hai trovato grande continuità quest’anno. Cosa è cambiato per te a livello personale?

“Sicuramente è cambiata la tattica e la tecnica a livello di gioco. Sono entrato in questo gruppo grazie a mister e al suo staff. Io lo sento e faccio ciò che devo sul campo.”

Tu più di tutti conosci i tuoi ex compagni del Milan. Secondo te domani tiferanno per voi, in quanto così avrete un impegno in più in vista del campionato, o tiferanno per il Liverpool?

“Io ho tanti amici nel Milan, ma non credo che loro tiferanno per noi. Questo non mi interessa, noi pensiamo solo a noi e alla partita di domani. Dobbiamo prepararci al meglio.”

Quando hai firmato per l’Inter ti aspettavi di essere in questo punto della stagione in corsa per Campionato, Coppa Italia e Champions League?

“In sei mesi ho già vinto un trofeo che mi mancava e ne sono contento. La Coppa Italia l’ho già persa in finale e ora voglio vincerla. La Champions invece è un sogno che voglio portare avanti. Se domani giochiamo uniti e facendo il nostro gioco possiamo fare qualcosa di buono.”

Quanto è grande la voglia di giocare una partita così importante considerando che i quarti di Champions mancano da 11 anni? C’è la sensazione di poter fare la storia di questo club?

“Io ho perso gli ottavi di finale con l’Atletico Madrid. Spero che domani possiamo vincere perché per noi giocatori queste partite sono molo importanti.”

Domani affrontate un centrocampo che ha un dinamismo pazzesco. Come pensate di affrontarlo?

“Loro sono dinamici, ma domani andiamo in campo con personalità. Io sono già pronto per scendere in campo, mi aspettavo questa partita. Confrontandoti con una squadra forte si capisce anche che personalità hai in campo e io voglio vedere come sono loro.”


Dalla stessa categoria

Le prossime partite

La classifica

Condividi su