Barella e il gol ritrovato: un dato lo incorona. Quel dialogo con Materazzi…

di Paolo Lupo Pasini

Barella incide più che mai.

Dopo una lunga serie di pali, errori e traverse, il giocatore interista è riuscito con i veneti a raggiungere un obiettivo che gli sfuggiva da tempo, il gol. Barella ha sempre avuto un ottimo feeling con la marcatura. Coi suoi inserimenti e con la soluzione dalla distanza trova la via della rete piuttosto agevolmente, tuttavia finora in questa stagione è venuta a mancare un po’ di fortuna sotto porta. Ieri a San Siro è stato il suo secondo gol in campionato, il primo lo aveva realizzato sempre in casa contro il Bologna.

In nerazzurro come anche nella nazionale campione d’Europa, Barella ha dimostrato la buonissima tecnica di cui dispone e i numeri lo confermano, come riportato sul sito ufficiale Inter.it nelle ultime venti partite di campionato ha partecipato a ben nove reti della sua squadra, con sette assist e due gol suoi appunto, unico interista a possedere un tale ruolino dall'anno 2004/05. 

Il calciatore italiano ha ricevuto inoltre i complimenti sui social da parte di una leggenda nerazzurra. Anche lui con la nazionale ha lasciato il segno, Marco Materazzi. Il curioso dialogo si è articolato brevemente: l’ex difensore ha voluto sottolineare come Barella onorasse la maglia numero 23, in risposta Nicolò si è limitato a dire che l’aveva solo presa in prestito.

Un divertente botta e risposta che dimostra una volta di più come Barella sia ormai a tutti gli effetti considerato un pilastro fondamentale dell’Inter, le sue doti gli permettono di svolgere svariati compiti in campo. L’obiettivo è di sicuro quello di trovare continuità nel segnare qualche gol in più da qui alla fine, continuando a sfornare assist per i compagni, ritoccando così i già straordinari numeri del piccolo motorino interista.     


Dalla stessa categoria

Le prossime partite

La classifica

Condividi su