Aron Winter: tra campionato e connazionali (e dà  un consiglio ai dirigenti)

di Daniel Cavaliere, pubblicato il: 14/04/2022

Aron Winter parla alla Gazzetta dello Sport.

L'ex centrocampista nerazzurro ha rilasciato un'intervista alla Gazzetta dello Sport. I temi affrontati sono vari: per la lotta allo scudetto, Winter pensa che con le ultime 2 vittorie l'Inter potrebbe essersi messa nelle condizioni migliori rispetto al Milan e al Napoli.

Secondo Winter l'Inter di Inzaghi aveva sofferto molto i paragoni con l'Inter di Antonio Conte Questa è un Inter diversa che è dovuta evolversi. Avrà perso qualche punto ma ha sempre dimostrato di essere equilibrata. Difende bene e concede poco.

Il punto di svolta, per l'ex centrocampista nerazzurro, si è avuto nella partita contro la Juventus “Battere la Juventus ti dà fiducia” e per lui quella vittoria potrebbe aver segnato la svolta del campionato italiano “Non bisogna dare per scontata nessuna partita da qui alla fine“.

Il centrocampista nerazzurro preferito di Winter è Nicolò Barella: lo aveva affrontato con la Grecia (era il vice di Van't Schip) e in quel momento si era subito reso conto della forza di Barella. Gli piace il tiro di Calhanoglu ma si rivede in Brozovic “Anche se avevo una posizione diversa e segnavo di più. Brozo è bravissimo, dà ordine e lucidità, ed è uno che migliora quelli che gli stanno vicino. Per questo è decisivo“.

Winter si dichiara non sorpreso della forza di Dumfires, perchè aveva già notato la sua determinazione in Olanda “E' un trascinatore che fa star bene i compagni. Corre sempre in avanti ma ha la velocità per recuperare quando perde palla“.

Infine, parlando di un altro connazionale, Winter dà un consiglio ai nerazzurri su De Vrij “L'Inter ci pensi due volte a lasciarlo andare: sicuri che si trovi qualcosa di meglio in giro?


Dalla stessa categoria

Le prossime partite

La classifica

Condividi su