Primavera, Inter-Como 2-0 e terza vittoria consecutiva per Vecchi

di Giovanni D'Orso, pubblicato il: 31/10/2015

Dopo le due vittorie contro Cesena e Brescia, l’Inter di Stefano Vecchi ottiene un altro successo battendo 2-0 il Como nella 7^ giornata del campionato Primavera. Al “Breda” match dominato dalla formazione nerazzurra, che riesce però a piegare la resistenza lariana solo in chiusura di gara.

Non passano neanche due minuti e l’Inter è subito pericolosa sugli sviluppi di un calcio d’angolo: Gravillon svetta sul secondo palo e incorna, ma Maimone è attento e respinge d’istinto. Al 13′ altra grande occasione per i nerazzurri: Dimarco recupera palla al limite dell’area e serve Rapaic, che da posizione favorevole spara alto con il mancino. Dopo più di venti minuti rintanato nella propria trequarti, il Como si fa vedere dalle parti di Pissardo al 25′: slalom di Caputo tra le maglie della difesa interista e conclusione di collo pieno deviata sopra la traversa da Popa. Poco dopo la mezz’ora le due migliori occasioni del primo tempo, entrambe di marca nerazzurra: al 31′ Baldini sorprende la retroguardia ospite battendo velocemente una punizione sulla linea dei 20 metri, Gravillon entra tutto solo in area e mette al centro per Rapaic che, disturbato da Rorato, non riesce a inquadrare la porta; cinque minuti più tardi chance incredibile per Dimarco, che a porta sguarnita, non riesce a mettere dentro con il piatto su assist di Bonetto. Il forcing nerazzurro produce un ultimo pericolo prima dell’intervallo: Baldini entra in area da sinistra e fa partire una conclusione smanacciata da Maimone, che salva i suoi mandando le squadre negli spogliatoi sul risultato di 0-0.

Nella ripresa, dopo un quarto d’ora di supremazia nerazzurra, che non crea però grossi patemi alla difesa lariana, Stefano Vecchi prova a dare più peso all’attacco inserendo Correia al posto di Rapaic. Proprio l’attaccante portoghese, al rientro dopo un lungo stop, si rende immediatamente pericoloso dialogando con Baldini all’interno dell’area avversaria. La conclusione di esterno sinistro, però, non inquadra la porta. L’Inter continua a spingere e al 63′ costringe il Como all’inferiorità numerica: Calviello commette due falli nell’arco di quattro minuti e rimedia il doppio giallo. Il tecnico nerazzurro tenta allora il tutto per tutto inserendo una quarta punta: Bakayoko prende il posto di Dimarco e si passa a un iperoffensivo 4-2-4. Nell’ultimo quarto di gara è assedio interista: prima Correia di testa, poi Baldini con una conclusione ravvicinata vanno vicinissimi all’1-0. Gli sforzi dell’undici di Stefano Vecchi vengono premiati a cinque minuti dalla fine: una mischia nell’area del Como sugli sviluppi di un corner innesca una carambola che porta all’autogol di Mandelli. 1-0 per i nerazzurri, che pochi minuti dopo trovano il raddoppio con Bakayoko, che sfugge alle spalle della difesa ospite e batte Maimone anticipandone l’uscita con la punta del piede. È il gol che chiude la partita e che consente all’Inter di festeggiare il terzo successo consecutivo in campionato.

INTER-COMO 2-0
Marcatori: aut. Mandelli (40′ st), Bakayoko (45′ st)


Le prossime partite

La classifica

Condividi su