Inter, porte girevoli: si pensa al dopo Handanovic. Gli obiettivi (CdS)

Inter, si pensa al dopo Handanovic

L’Inter è alle prese, con l’insediamento di Beppe Marotta, con la pianificazione del proprio futuro. Uno dei ruoli da “sistemare” è quello del portiere, con Samir Handanovic in parabola discendente – fisicamente, perché le sue prestazioni sono sempre al top-. Il principale indiziato a sostituirlo è Brazao, giovanissimo portiere brasiliano.

L’estremo difensore del Cruzeiro sarebbe felicissimo di trasferirsi in nerazzurro, considerando che, come si legge sull’edizione odierna del Corriere dello Sport, il club interista è tra quelli che utilizza maggiormente quando gioca ai videogames calcistici. Forse la storia di Julio Cesar ha segnato il piccolo numero 1 che, comunque, ha già fatto vedere di essere uno parecchio in gamba.

Con la selezione under 17 verdeoro, infatti, ha vinto il premio di miglior portiere nel recente mondiale di categoria. Purtroppo, sul ragazzo non ci sono solo i nerazzurri. La sua agente ha confermato che sono molti i club dell’intero panorama mondiale su di lui, nonostante Ausilio e il suo vice Baccin si siano mossi con largo anticipo.

Occhio a Radu

L’Inter non pensa solo a Brazao. Infatti, nell’orbita del club nerazzurro c’è anche Ionut Radu, portierino rumeno ex prodotto del vivaio nerazzurro, oggi al Genoa. Nel contratto di trasferimento c’è una clausola che consentirebbe a Marotta di poterlo riacquistare al termine della stagione.

Il suo riacquisto sarebbe fondamentale in ottica lista UEFA. Già perché, come detto, ha trascorso più dei 36 mesi necessari per acquisire lo status di prodotto del vivaio. Oggi la società nerazzurra può contare su pochi elementi con questo status, quindi riportarne a casa un altro, tra le altre cose di grande talento, sarebbe una mossa da fare in maniera convinta.

Inter, lo Spalletti 2.0 è meglio del primo: i numeri parlano chiaro (GdS)

mercato inter

Inter, che duelli con la Juve! Le due big a caccia di un difensore (GdS)