Napoli-Inter, le pagelle: Lautaro, what else? Chepeau Mkhi, finalmente Sanchez

di Gianfranco Rotondo, pubblicato il: 22/01/2024

Napoli-Inter, le pagelle dei nerazzurri. L’Inter trionfa per la terza volta di fila in Supercoppa. Decisiva una rete sul finale di partita di Lautaro che sfrutta al meglio una bella azione tra Sanchez e Pavard. Di seguito, ecco i voti dei nerazzurri.

SOMMER, 6: Un tiro di Kvaratskelia che manda in angolo volando. Poi, solo spettatore.

PAVARD, 6: Pulito e affidabile. La solita partita senza fronzoli e fatta di certezze. Suo l’assist per Lautaro.

DE VRIJ, 6,5: Oramai da qualche tempo è tornato ai suoi livelli. Simeone, con lui, non la vede praticamente mai. Una sicurezza, un muro. Bellissimo il recupero su Kvaratskelia nel primo tempo.

ACERBI, 6: Spinge tanto, ma non è Bastoni dal punto di vista tecnica e si vede. Da centrale non rischia nulla, avvantaggiato anche dall’uomo in meno del Napoli.

DARMIAN, 6: DNon spinge molto, perché Mazzocchi è molto alto e lo costringe a non andare troppo avanti. Quando lo fa crea qualche pericolo ed è sicuramente più preciso del dirimpettaio di fascia.

BARELLA, 5,5: Molto impreciso e sotto ritmo. Sbaglia cross non da lui. Molto nervoso, protesta ingenuamente e si fa ammonire. Salterà la Fiorentina con Calhanoglu.

CALHANOGLU, 5: Troppo frenetico negli interventi, rischia il cartellino più di una volta e infatti arriva. Anche in regia nulla di indimenticabile quest’oggi. Lobotka lo sovrasta sempre.

MKHITARYAN, 7: Inesauribile. Ha sempre la conoscenza giusta della giocata che deve fare. Sa quando deve alzare i ritmi e quando deve abbassarli, quando deve gestire il pallone e quando accelerare palla al piede. Oramai non stupisce più.

DIMARCO, 5,5: Decisamente meno frizzante rispetto alla partita contro la Lazio. Anche se è dalla sua corsia che ci sono le azioni offensive nerazzurre. Manca di precisione e non è da lui.

LAUTARO, 7: What else? Attaccante totale, anche in una giornata dove non riesce a scrollarsi la difesa del Napoli, sbuca sornione a batte Gollini con un gol decisivo. Un fenomeno.

THURAM, 5: Un passo indietro anche dal punto di vista della prestazione. Poco attento alla linea difensiva del Napoli, sbaglia anche due gol praticamente fatti.

CARLOS AUGUSTO, 6: Da sicuramente una spinta più fluida rispetto ad Acerbi.

FRATTESI, 6: Porta frenesia. Sul finale di partita potrebbe segnare il gol decisivo, ma Gollini si supera.

SANCHEZ, 6,5: Entra e spacca la partita. Con la sua creatività mette in crisi la difesa compatta del Napoli e da una sua giocata arriva il gol di Lautaro. Finalmente.

ARNAUTOVIC, 6: Si fa trovare pronto ed entra con la giusta testa.

BISSECK, SV


Dalla stessa categoria

Le prossime partite

La classifica

Condividi su