Inter-Lazio, le pagelle: Barella il migliore, Mkhi professore, la ThuLa una meraviglia

di Gianfranco Rotondo, pubblicato il: 19/01/2024

Inter-Lazio, le pagelle dei nerazzurri. Una partita dominata dal primo all’ultimo minuto con un risultato che sarebbe potuto essere decisamente più largo viste le occasioni sprecate. Alla fine l’Inter va in finale di Supercoppa contro il Napoli per provare a portare a Milano il trofeo per il terzo anno consecutivo. Intanto, di seguito, ecco i voti dei nerazzurri.

SOMMER, 6: Lo si nota più con i piedi che con le mani, fa capire tanto della sua partita.

PAVARD, 7: Elegante, bello da vedere. In difesa fa buona guardia e non fa passare nulla. Quando si spinge in avanti è un’ala aggiunta e crea anche lui tante occasioni. Vostra maestà.

ACERBI, 6,5: Non rischia chissà quanto contro Immobile, in una partita in cui l’attaccante della Lazio non viene praticamente quasi mai servito.

BASTONI, 7: Non rischia nulla sulla bestia nera Felipe Anderson facendo buona guardia. Dal suo piede nasce il gol di Thuram, ma anche tante, tantissime occasioni da gol. Uomo in più.

DARMIAN, 6,5: Lo si vede molto in proiezione offensiva. Sbaglia la misura di qualche passaggio e anche di qualche tiro. Ma va bene così.

BARELLA, 7,5: In versione deluxe in mezzo al campo. Fa da doppio regista e da trequartista. Si piazza tra le linee e non fa capire nulla alla squadra di Sarri. Tante occasioni create e una traversa clamorosa.

CALHANOGLU, 7: Inizia sbagliando qualcosina in fase di impostazione, ma poi si riprende alla grande e comincia a macinare gioco come al suo solito. Segna il gol della tranquillità.

MKHITARYAN, 7: Professore. Gestisce i tempi e le intensità delle giocate. Aumenta il ritmo quando necessario e palleggia con tantissima qualità. Il solito motorino in campo. Si toglie anche lo sfizio dell’assist per il gol di Frattesi.

DIMARCO, 7: Delizioso l’assist di tacco per il gol di Thuram. Ma quanta corsa e quanti palloni messi in mezzo. Entra dentro al campo creando sempre superiorità numerica. Con il suo sinistro fa veramente quello che vuole.

LAUTARO, 7: Attaccante totale. Viene incontro e smista, lotta, conquista palloni e trasforma le azioni in offensive. Giocatore clamoroso, colpisce un traversa clamorosa e va più volte vicino al gol.

THURAM, 7,5: Suo il gol che sblocca il match. Ma la solita partita di sostanza, con scatti e falcate che mettono in pericolo la difesa della Lazio. Con Lautaro si trova a meraviglia.

FRATTESI, 6,5: Quando entra, determina. Sempre con cattiveria, sempre con la testa giusta. Un giocatore preziosissimo per questa squadra.

DE VRIJ, 6: Non rischia nulla e gestisce la gara.

SANCHEZ, 6: Entra e da avvio all’azione del gol di Frattesi. Che possa essere di incoraggiamento per il futuro.

ARNAUTOVIC, SV

ASLLANI, SV


Dalla stessa categoria

Le prossime partite

La classifica

Condividi su