Fiorentina-Inter, le pagelle: Lautaro-Sommer decisivi, Mkhi-Pavard i migliori, che calma Asllani!

di Gianfranco Rotondo, pubblicato il: 28/01/2024

Fiorentina-Inter, le pagelle dei nerazzurri. Una vittoria che permette alla squadra nerazzurra di raggiungere la vetta. Tre punti fondamentali contro una squadra rognosissima e dal grande tasso tecnico. Alla fine l’Inter riesce a vincere grazie alla rete di Lautaro, ma anche grazie al rigore parato da Sommer. Di seguito, ecco i voti dei nerazzurri.

SOMMER, 6,5:  Pronti-via, commette un errore gravissimo in impostazione, ma il fuorigioco di Nzola lo grazia. Poi vola ed è decisivo sul tiro di Bonaventura indirizzato all’incrocio. Oggi, con i piedi, troppo impreciso. Commette anche fallo da rigore su Nzola, ma poi riesce ad ipnotizzare Nico Gonzalez che non calcia benissimo. Alla fine risulta decisivo.

PAVARD, 7: E’ un giocatore speciale e lo conferma di partita in partita. Salva qualunque cosa, qualcuna anche clamorosa. Dimostra in ogni situazione un calma olimpica invidibile. Pulizia calcistica eccezionale.

DE VRIJ, 6,5: Se le da di santa ragione con Nzola. A parte in un frangente, in cui Pavard è miracoloso, riesce sempre a cavarsela di mestiere e di posizione.

BASTONI, 6,5: Meno appariscente in avanti, ma tanto in difesa. Svetta su chiunque e salva qualche situazione intricata con una reattività degna di nota. Esce a causa dell’ammonizione.

DARMIAN, 6: Equilibrato. Attacca quando serve e da man forte a Pavard contro Bonaventura. Esce stanchissimo dopo i tanti impegni ravvicinati giocati.

FRATTESI, 5,5: Una partita dolce amara per il centrocampista. Nei movimenti senza palla è preziosissimo, ma tecnicamente deve migliorare e molto. Perde palle sanguinose che sarebbero potute costare carissime.

ASLLANI, 6,5: Non appariscente, ma tanto tanto efficace. Non si inventa nulla e non vuole strafare. Gestisce il pallone ad uno o due tocchi. Suo l’assist per il gol decisivo di Lautaro.

MKHITARYAN, 7: E’ sempre l’armeno che parte come un treno. Ha sempre la giocata utile. Sa sempre cosa fare con il pallone. Si fa apprezzare anche per tanti recuperi difensivi.

CARLOS AUGUSTO, 6: Bella prova per il brasiliano che sostituisce benissimo Dimarco. Sempre puntuale nelle incursioni offensive. E dietro non rischia nulla contro avversari dal passo più rapido del suo.

LAUTARO, 8: Un fenomeno. Mezza occasione e la butta dentro. Ma c’è anche tanto lavoro per la squadra fatto di ripiegamenti, sponde e regia difensiva. Ha trovato la sua consacrazione.

THURAM, 5,5: Inciampa a causa di una zolla e spreca un’occasione ghiottissima. Da un suo cross nasce l’angolo del gol di Lautaro. Double face.

ARNAUTOVIC, 6: Buona prova per lui. Gol annullato per fuorigioco, ma oggi è combattivo e fa sentire la sua presenza.

DUMFRIES, 6: Minuti importanti dopo l’infortunio che lo ha costretto a restare fuori. Gestisce di fisico dietro e attacca quando può. Buona notizia per Inzaghi.

ACERBI, 6: Entra nella mischia e accetta la lotta.

SANCHEZ, 6: Pressa e cerca di lanciare in profondità i compagni.

BISSECK, SV


Dalla stessa categoria

Le prossime partite

La classifica

Condividi su