Kostic Inter, a gennaio affare difficile: che succede ora? Lo scenario

di Simone Salines

L'Inter non molla Filip Kostic

I nerazzurri hanno voglia di costruire una rosa in grado di lottare per continuare a vincere trofei tenendo conto anche degli esuberi. Se partiamo con ordine, non citare la situazione Ivan Perisic diventa praticamente impossibile. Il croato questa stagione, partita dopo partita, si conferma sempre più uomo spogliatoio che in campo si sacrifica e si rende utile sia in fase difensiva che in fase offensiva. Insomma, un vero e proprio “nuovo acquisto” che però non ha ancora rinnovato il proprio contratto in scadenza il prossimo 30 giugno.

La distanza tra domanda e offerta infatti (l'Inter offre un biennale da 3.5 milioni di euro, mentre l'entourage dell'ex Wolfsburg vorrebbe un indennizzo pari ad almeno 6 milioni di euro), non fa altro che allontanare giorno dopo giorno il classe 1989 dal capoluogo lombardo. E' così che entra in scena il nome di Kostic, profilo seguito dal DS Piero Ausilio già da qualche anno ma che adesso, con Perisic in uscita la prossima estate, potrebbe cominciare a negoziare seriamente con i nerazzurri.

Stando a quanto riferito dai colleghi di calciomercato.com, complice l'infortunio di Joaquin Correa i vertici del club di Via della Liberazione avrebbero provato a prelevare Kostic già per gennaio. Tentativo rispedito al mittente dall'Eintracht Francoforte che non intende privarsi di uno dei suoi punti cardine a stagione in corso. Insomma, l'eredità di Perisic per la stagione 2022-2023 (salvo clamorosi colpi di scena) sembra essere destinata proprio a Kostic, con quest'ultimo che ha mostrato il proprio gradimento per la destinazione italiana già da tempo.


Dalla stessa categoria

Le prossime partite

La classifica

Condividi su