Inter Ginter, perché l’affare si potrebbe fare addirittura a gennaio

di Simone Salines

Inter e Ginter, due parole quasi identiche che non sono mai state così vicine.

Come ormai risaputo, in Via della Liberazione lavorano tutti i giorni per costruire una rosa competitiva in grado di proseguire nella striscia positiva di trofei conquistati cominciata con la conquista dello scudetto e culminata (per adesso) con la vittoria in Supercoppa Italiana contro gli storici rivali della Juventus. Il tutto, senza esagerare negli investimenti e affacciandosi sempre di più al mercato degli svincolati.

Dal punto di vista “low cost” l'Inter segue il difensore ormai da svariate settimane. Di contatti con l'agente che cura i suoi interessi, Gordon Stipic, ce ne sono stati diversi. Il giocatore sembra aver dato il proprio assenso per il trasferimento nel capoluogo lombardo dove potrebbe non avere un ruolo da semplice comprimario. Fattore che lo spingerebbe al trasferimento ancor più volentieri.

Questa mattina però, il canale tedesco Sport 1 ha sottolineato un fattore che potrebbe vedere tale matrimonio concretizzarsi addirittura prima del prossimo 1 luglio. Per la prima volta in stagione infatti, Ginter si è accomodato in panchina. Una cosa che non è affatto passata inosservata che non altro che alimentare i rumors di mercato. L'Inter con il tedesco classe 1994 andrebbe a rimpolpare un reparto già abbastanza consolidato, ma è altrettanto vero che qualora dovessero pervenire offerte per Stefan De Vrij, i nerazzurri avrebbero la chance di iscrivere a bilancio una plusvalenza non indifferente (l'olandese nell'estate del 2018 era arrivato a Milano dopo essere stato ingaggiato proprio a parametro zero). Altro motivo per cui l'AD Giuseppe Marotta non vuole lasciarsi scappare l'occasione Ginter.


Dalla stessa categoria

Le prossime partite

La classifica

Condividi su