Inter-Torino, LE PAGELLE: Lukaku fenomeno, Young sbaglia tutto

Dopo la vittoria con il Torino, ecco le pagelle della partita in cui l'Inter continua a dare risposte più di carattere che di gioco
22.11.2020 21:00 di Gianfranco Rotondo   Vedi letture

Finalmente tre punti per l'Inter, dopo la vittoria per 4-2, in casa, contro il Torino. La squadra di Conte, però, continua a non convincere affatto, tanto che pochi dei suoi possono vantare un voto sopra la sufficienza.

HANDANOVIC, 6: Dopo le critiche di queste settimane, portiere nerazzurro torna a mostrare una prestazione sicura. Sui due gol del Torino non può nulla e mette più di una volta una pezza su Zaza e sul retropassaggio sbagliato da parte da Hakimi.

D’AMBROSIO, 5,5: Fatica sulla corsia di destra a trovare le misure sugli avversari, complice anche le mancanze difensive di Hakimi. Sembra non essere ancora perfettamente a suo agio nei tre dietro.

(Dal 20’ st SKRINIAR, 6: Entra e subito cambia la musica mettendo un toppa ovunque dalle sue parti).

RANOCCHIA, 5,5: Poco propositivo in fase di costruzione da dietro, tanto da essere più volte richiamato da Conte. Commette un errore grave che costringe Handanovic agli straordinari su Verdi. Prima di uscire gli capita la palla del 3-2 che esce di pochissimo.

(Dal 29’ st DE VRIJ, 6: Rispetto a Ranocchia si fa trovare di più in fase di impostazione).

BASTONI, 5,5: Suo l’errore in uscita sul primo gol del Torino lasciando libero Zaza che gli crea tantissimi problemi. Fortunato sullo stesso Zaza con un intervento a campo aperto che sarebbe potuto costargli il rosso.

GAGLIARDINI, 5: Doveva essere l’argine difensivo agli attacchi avversari e invece va totalmente in bambola messo in scacco dai tre centrocampisti del Torino.

(Dal 20’ st LAUTARO 7: Entra con una grandissima convinzione. Con lui, l’Inter, guadagna in profondità. Firma il gol che chiude la partita).

VIDAL 6: Come tutti, inizia la partita in maniera pessima, ma è lui che suona la carica per la rimonta finale recuperando palla a Rincon per servire Lukaku per il gol dell’1-2 e facendo lo stesso su Meitè e consegnando palla a Lukaku che colpisce il palo.

YOUNG, 4,5: Ci capisce molto poco con il giovane Singo che lo supera sempre o quasi. Non copre sul primo gol di Zaza in coppia con Bastoni e causa il rigore, con un intervento scriteriato, che porta il Torino sullo 0-2.

(Dal 29’ st PERISIC, 6: Con la squadra tutta in avanti e con Singo ammonito, riesce a sfruttare le sue caratteristiche e puntare l’uomo. Suo il delizioso esterno per il contropiede di Lukaku sul gol dell’4-2).

BARELLA, 6: Non la sua migliore partita, ma oggi salvarne qualcuno è davvero complicato. In mezzo cresce grazie alla solita corsa e generosità.

LUKAKU, 7,5: Segna due gol, fa l’assist per Lautaro e colpisce anche un palo. Che dire? Decisivo. Troppo importante per questa Inter.

SANCHEZ, 6: Un pallone perso che porta al gol del Torino che grida allo scandalo per un calciatore della sua esperienza. Ha voglia, si vede dal suo nervosismo, ma meno dalla sua prestazione. Un voto in più per il gol che apre la rimonta.

(Dal 41’ st NAINGGOLAN, sv).

CONTE, 5: L'Inter non ingrana. La cattiveria della passata stagione non si vede.