Inter, Correa è chiamato a riscattare la stagione. Inzaghi ci crede

di Diego De Cicco

Inter, contro l’Empoli ancora una chance per Correa.

Arrivato in estate, fortemente voluto da mister Inzaghi, Juaquin Correa non ha realizzato le aspettative che si erano create attorno a lui, almeno per ora. Eppure il Tucu era partito davvero col botto. L’esordio in maglia nerazzurra è avvenuto il 27 agosto a Verona contro l’Hellas. Entrato al 74’ sul risultato di 1 a 1 riuscì a siglare una grande doppietta. Le premesse erano dunque ottime, ma poi l’argentino ha iniziato a patire diversi infortuni che lo hanno tenuto spesso lontano dal campo. In totale sono state 11 le partite di campionato saltate dall’ex Lazio che, oltre la partita d’esordio, è andato in rete appena in un’altra occasione, nel match vinto dall’Inter in casa per 2 a 0 contro l’Udinese. Era il 31 ottobre e Il Tucu andò di nuovo due volte a segno. Da allora però non è rientrato più in nessun tabellino marcatori.

Inzaghi non ha comunque mai perso la fiducia nel suo pupillo, tanto che nella fase più importante della stagione, torna a puntare su di lui vedendolo come la spalla ideale per Lautaro Martinez. In effetti i due sembrano amalgamarsi bene nel gioco interista, anche se la mancanza di prolificità da parte dei Correa resta preoccupante.

La società che in estete si è aggiudicata l’argentino pagando a Lotito oltre 28 milioni, al momento non è stata ripagata coi fatti dal Tucu, che però ora può mostrare tutto il suo valore nelle 4 gare che restano da disputare. Per i nerazzurri si tratta realmente di 4 finali in quanto, oltre alla finale di Coppa Italia contro la Juve, anche per le tre che restano di campionato, l’Inter può soltanto vincere se vuole cercare di confermare il tricolore sul petto.

Correa può solo farsi trovare pronto a partire da domani (qui le ultime su Inter-Empoli).


Dalla stessa categoria

Le prossime partite

La classifica

Condividi su