Inter Primavera: le parole di Chivu prima del debutto contro il Bologna

di Daniel Cavaliere

Inter Primavera, le parole del Mister. Cristian Chivu ha rilasciato un’intervista esclusiva sui canali nerazzurri, prima del debutto in campionato contro il Bologna. Queste le parole del tecnico dei campioni in carica del campionato primavera, su Inter TV.

“Non ci dimentichiamo che siamo un settore giovanile e abbiamo l’obbligo di far crescere i giocatori e di prepararli a quello che sarà il loro futuro. Bisogna avere una crescita continua a livello individuale che poi ti permette di crescere anche come gruppo”. I nerazzurri puntano tanto sui giocatori giovani mentre altre squadre puntano sui fuori quota “Non si tratta di una scelta coraggiosa, è una scelta normale di un settore giovanile che vuole far crescere i giocatori. Abbiamo la fortuna di avere un responsabile molto sveglio in grado di capire che la crescita individuale ti fa crescere a livello di squadra. Non è detto che avere dei fuori quota in campo di porti al successo e nel settore giovanile il successo deve essere l’ultimo pensiero. Bisogna prepararli per la prima squadra e per il loro futuro. Io ho l’obbligo di essere anche un insegnate, amico, leader: devo cercare sempre di tirare il meglio di loro e fargli capire che è un gioco dove loro ci devono mettere passione e obiettivi. Il resto sta a noi capire come, quando sfruttare al massimo e migliorare le loro caratteristiche individuali per poi sfruttare la loro crescita”.

Inter Primavera: la crescita di Chivu, il suo rapporto con Inzaghi e il debutto contro il Bologna

Ai microfoni di Inter TV, Chivu parla anche della sua crescita personale “Io cresco insieme a loro. Per me è un’esperienza bella: ho scelto di fare l’allenatore e farlo in un settore giovanile è diverso da farlo in prima squadra. E’ un percorso importante che mi permette di gestire un gruppo, credo sia più facile con i ragazzi, e poi di avere diverse letture sia in allenamento e sia quando giochi contro squadre preparate che ti possono mettere in difficoltà. Bisogna agire veloci per non mettere in difficoltà il tuo gruppo”.

Chivu parla del rapporto che ha con il Mister della prima squadra Con Simone abbiamo un bel rapporto. L’anno scorso ci sono stati giocatori presenti agli allenamenti in prima squadra ma non solo: Zanotti ha già debuttato in Serie A e altri sono stati in panchina nello scorso campionato. A noi fa piacere che portiamo dei ragazzi pronti a dare una mano alla prima squadra perché si tratta di giocatori con qualità e magari esordire in Serie A. Il nostro compito è questo: far crescere giocatori che siano pronti alle richieste della prima squadra che lotta per il successo”. Mister Chivu conclude l’intervista parlando della prima partita di campionato “Il Bologna è un bell’avversario: l’anno scorso nelle ultime 10 ne avevano perso solo 1. Hanno giocatori che sono cresciuti e li affronteremo di nuovo sabato. Il campionato è lungo e non credo che ci sia una squadra già pronta al 100%, la crescita sarà visibile a gennaio/febbraio. Sarà un campionato strano: a novembre ci fermeremo per un mese e mezzo, non sarà un campionato facile. Saranno 2 campionati: uno fino a novembre e l’altro partirà da gennaio”


Dalla stessa categoria

Le prossime partite

La classifica

Condividi su