Suning, ricavi boom. Ci sarà  spazio per l’Inter?

di Mario Spolverini

Il sito Calcio e Finanza.it riporta i dati di bilancio del primo trimestre 2019 di Suning.com, società che rappresenta il core business del gruppo cinese proprietario dell’Inter.

L’azienda di Zhang Jindong ha comunicato che nel trimestre i ricavi sono stati pari a 8,2 miliardi di euro, con una crescita del 25,44% sullo stesso periodo dello scorso anno.  Il commercio tradizionale cresce del 25% mentre quello on line del 40,8%.

Al 31 marzo 2019, la società contava 9.758 negozi di proprietà e 2.571 negozi in franchising, mentre online il sito contava 422 milioni di membri registrati”.

I dati pubblicati dovrebbero essere accolti in maniera positiva anche dai tifosi nerazzurri. La crescita del gruppo Suning si conferma anno dopo anno. Resta da vedere quali siano le reali intenzioni della famiglia Zhang rispetto alla società nerazzurra. Il mercato estivo che già è in fermento sarà il primo libero dai pesanti vincoli del Settlement agreement. Pur dovendo rispettare le norme generali del FFP come tutti gli altri club europei, è giunto il momento di capire se la volontà del gruppo cinese è quella di far crescere la “creatura” nerazzurra, innescando il circolo virtuoso che, partendo da maggiori investimenti, insegue risultati sportivi di eccellenza in grado al loro volta di produrre ulteriori ricavi.  Per i tifosi questa è  l’unica strada per permettere all’Inter di compiere una volta per tutte il salto di qualità tanto atteso e più volte invocato anche dagli Zhang.


Dalla stessa categoria

Le prossime partite

La classifica

Condividi su