Inter, due centrocampisti potrebbero partire a gennaio: si attendono offerte

di Simone Salines

L'Inter apre i cantieri.

La volontà della dirigenza nerazzurra è quella di fornire a Simone Inzaghi una rosa in grado di lottare fino all'ultimo per lo scudetto, ma al contempo piazzare altrove quei calciatori che per il tecnico piacentino non rappresentano delle priorità. Questa mattina, dalle pagine del Corriere dello Sport, si apprende la situazione circa le pretendenti di Matias Vecino e Stefano Sensi.

Il primo è arrivato nel capoluogo lombardo nell'estate del 2017 dopo che l'Inter aveva esercitato la clausola rescissoria da 24 milioni di euro presente nel contratto che lo legava alla Fiorentina. Spesso è stato ribattezzato come “l'uomo della Champions”, per via delle reti contro Lazio e Tottenham che avevano sancito prima la qualificazione alla suddetta competizione, e poi la vittoria in rimonta nella prima giornata della fase a gironi. Per lui a chiedere informazioni è stato il Flamengo di Paulo Sousa, disposto anche a pagare un indennizzo pari ad un paio di milioni di euro nonostante il contratto dell'uruguayano in scadenza il prossimo 30 giugno. Quest'ultima destinazione però, non sarebbe attualmente gradita al giocatore.

Per quanto concerne Sensi, per lui a farsi sono state Fiorentina, Sassuolo (che lo riabbraccerebbe volentieri) e Sampdoria. Il giocatore, tra problemi fisici e scelte tattiche, a Milano sta trovando poco spazio. L'intenzione dell'Inter sarebbe quella di mandare il classe 1995 in prestito semestrale in modo tale da fargli riacquistare minutaggio per poi riaverlo a pieno regime per la prossima stagione. Insomma, l'intoccabilità di Marcelo Brozovic, Nicolò Barella e Hakan Calhanoglu, insieme all'affidabilità a partita in corso di Arturo Vidal e Roberto Gagliardini, vedo le possibilità di giocare per Vecino e Sensi ridursi al lumicino.


Dalla stessa categoria

Le prossime partite

La classifica

Condividi su