Moratti torna a parlare di Inter. Le sue parole su scudetto e Dybala

di Michele Brambilla, pubblicato il: 13/04/2022

Massimo Moratti torna a parlare di Inter.

Lo fa in un’intervista rilasciata a calciostyle.it, toccando i temi più disparati riguardo al macrocosmo nerazzurro e lasciandosi sfuggire anche qualche consiglio, non troppo velato, per Marotta, Ausilio e la dirigenza tutta.

In prima battuta l’ex presidente ha sottolineato la volubilità della situazione in testa alla classifica di Serie A, che vede Milan e Inter potenzialmente separate da un solo punto in classifica, in caso di vittoria dei nerazzurri nel recupero con il Bologna, o di assegnazione dello 0-3 a tavolino a seguito del ricorso che sta svolgendosi in queste ore. L’Inter è, a dire del presidente del triplete, “sufficientemente in forma per tenere il passo fino alla fine”.

Moratti ha poi proseguito parlando della situazione del parco attaccanti nerazzurro. L’efficacia solo parziale del tandem Dzeko-Lautaro è stata esclusivamente questione di sfortuna, anche se l’ex numero uno interista invoca una crescita dell’argentino, non ancora al 100% del proprio potenziale. Riguardo alla questione Lukaku, secondo diversi rumors desideroso di tornare a Milano, Moratti non si sbilancia, consapevole dell’estrema difficoltà dell’affare, specialmente a livello economico.

Confrontando il livello della rosa nerazzurra con quello delle grandi big del calcio europeo, anche alla luce di Real Madrid – Chelsea di ieri sera, non vi è potuta che essere un’ammissione di inferiorità: “non so cosa […], ma qualcosina manca sicuramente per essere a quei livelli”.

Chiosa finale su Donnarumma, che l’ex presidente non vede almeno per il momento lontano da Parigi, nonostante il mancato ambientamento del portiere ex Milan, e Dybala, per cui Moratti farebbe un tentativo a parametro zero.


Dalla stessa categoria

Le prossime partite

La classifica

Condividi su