Inter, il punto sui prestiti: tra riscatti, ritorni e partenze

di Vincenzo Mirto

Inter, la stagione volge al termine e tra poco più di un mese scadranno anche i prestiti.

I nerazzurri hanno quasi una ventina di giocatori ceduti a titolo temporaneo e tre in rosa acquistati con questa formula. La Gazzetta dello Sport ha fatto il punto della situazione in casa interista partendo dai tre prestiti attualmente in rosa, ovvero Correa, Caicedo e Gosens. L’argentino verrà obbligatoriamente riscattato dalla Lazio per 31 milioni di euro, così come l’esterno tedesco (che però sarà in prestito fino al 2023). Addio quasi scontato per Caicedo, arrivato lo scorso gennaio in prestito secco dal Genoa, che non ha mai praticamente giocato.

Per quanto riguarda i quattro giocatori ceduti in prestito con obbligo di riscatto (Gravillon, Esposito, Dalbert, Lazaro), solo una cessione è sicura ed è quella di Gravillon al Reims. Il club francese verserà nelle casse nerazzurre 3,5 milioni di euro. Incerta invece la cessione di Dalbert al Cagliari, molto dipenderà anche dalla salvezza, ma i sardi non vorrebbero versare i 7 milioni di euro pattuito la scorsa estate e punterebbero ad uno sconto. Probabile anche un ritorno di Lazaro dal Benfica dopo una buona annata in terra lusitana. Secondo i media portoghesi, il Benfica non sembrerebbe intenzionato a far scattare l’opzione da 7/8 milioni per acquistarlo a titolo definitivo. Esposito invece ha un diritto di riscatto a favore del Basilea fissato a 8 milioni di euro ma i nerazzurri potrebbe controriscattarlo per in milioni di euro.

In estate è previsto il ritorno in nerazzurro di diversi giocatori ceduti in prestito secco. Partiamo da Andrea Pinamonti, che si è reso protagonista di una stagione superlativa con l’Empoli segnando 13 reti in campionato. Il classe ‘99 ha aumentato in maniera considerevole il suo favore ed è molto probabile che venga ceduto per fare cassa. Incerto invece il futuro di Sensi, che tornerà dalla Sampdoria. Il centrocampista non convince dal punto di vista fisico  e non è da escludere un suo addio. Torneranno, forse per restarci, Satriano e Agoumè dal Brest. I due giovanissimi potrebbero essere girati nuovamente in prestito oppure essere ceduti a titolo definitivo soltanto di fronte ad offerte irrinunciabili. Discorso simile, riporta la rosea, per Salcedo e Vanheusden. Torneranno anche molti altri giovani attualmente in giro per l’Europa e nelle serie minori.


Dalla stessa categoria

Le prossime partite

La classifica

Condividi su