Inter Udinese, l’analisi di Condò è da standing ovation: le parole

L’Inter Udinese di ieri sera, ancora una volta ha dato prova di quanto Mauro Icardi sia decisivo per la sua squadra. Il capitano nerazzurro, dopo la partita contro il PSV Eindhoven, anche contro i friulani ha dimostrato di poter collaborare con il resto della squadra in maniera eccellente. Questi miglioramenti, non sono passati inosservati a nessuno, tanto meno a Paolo Condò. Il giornalista, ha spiegato che oltre a quella del n°9, ha gradito anche le prestazioni di altri calciatori.

Inter Udinese, Condò: “Bene anche Joao Mario”

“Questa era una partita chiave perché dovevi tamponare l’emorragia. A me l’Inter è piaciuta, al di là di Icardi, partita eccellente, ho visto un grande Joao Mario. La facilità di calcio e di scelte che ha avuto è stata fondamentale per l’Inter. È stato anche Spalletti a fermare l’emorragia dei primi 15 minuti del secondo tempo togliendo Borja e mettendo Lautaro Martinez“. Queste le parole del famoso giornalista negli studi di Sky Sport. La squadra di Spalletti, seppur per pochi minuti, è tornata a riabbracciare in campo Radja Nainggolan. I problemi dell’ultimo periodo alla caviglia, sembrano pian piano abbandonare il Ninja. Restano ancora ai box Henrique Dalbert e Matìas Vecino, entrambi però sulla via del recupero.

Clamoroso Gabigol, il Milan lo chiede in prestito: tutti i dettagli

gabigol

Gabigol in un’intervista parla del suo futuro: “Ecco dove potrei giocare”