Mercato Inter, asse caldo con Parigi. Occhio a un nome nuovo

di Diego De Cicco

Mercato Inter attivissimo e molto caldo con Parigi.

Dalla capitale francese arrivano quotidianamente novità sul fortissimo interesse della squadra parigina per Milan Skriniar, ma non sarebbe l’unica trattativa. Ora il PSG deve battere la concorrenza del Chelsea che sembra intenzionata a rilanciare per il forte difensore (qui tutte le novità sul caso). Se per lo slovacco l’Inter ha rifiutato due offerte dai parigini ritenute troppo basse, è in direzione opposta che è uscito un nome nuovo nelle ultime ore. Infatti, secondo quanto riportato da Gazzetta.it, l’Inter avrebbe messo gli occhi sull’’attaccante Arnaud Kalimuendo. Il ventenne francese, di proprietà del PSG, ha giocato l’ultima stagione in prestito al Lens. In Ligue 1 l’attaccante ha segnato 12 gol in 32 presenze, andando a segno anche una volta in Coppa di Francia. Il giocatore è anche in pianta stabile nella nazionale transalpina under 21 ed è considerato tra i prospetti più importanti dei blues.

Mercato Inter, interessa un giovane giocatore del PSG: Arnaud Kalimuendo, ventenne in prestito al Lens. Su di lui anche Atalanta e Bologna.

Come riportato dal sito della rosea, l’Inter aveva chiesto informazioni per il giocatore già quando il direttore sportivo del PSG era Leonardo, senza però entrare nel vivo. Gli interessi del giocatore sono curati dalla scuderia SRM di Roberto Meloni e Johan Caurant che starebbero vagliando le proposte per il loro assistito. La valutazione originaria era tra i 18 e i 20 milioni di euro, ma sembrerebbe destinata a crescere. Sempre secondo La Gazzetta dello Sport il giocatore avrebbe anche già incontrato i dirigenti dell’Inter per un primo incontro conoscitivo. In Italia su di lui ci sarebbero anche l’ Atalanta e l’ex DS degli orobici Giovanni Sartori ora responsabile tecnico del Bologna.

Inter, tutto pronto per il ritorno di Lukaku. Le parole dell’amministratore delegato Giuseppe Marotta.


Dalla stessa categoria

Le prossime partite

La classifica

Condividi su