Fabrizio Biasin

Biasin, parole di fuoco riguardo i provvedimenti presi dall’Inter

Direttamente dalle pagine di Libero, il noto giornalista sportivo Fabrizio Biasin ha parlato dei provvedimenti presi dal club meneghino. Periodo pre-natalizio rovente in casa Inter. Oltre ai risultati deludenti racimolati in campo nelle ultime settimane, la dirigenza si è ritrovata a dover sopperire ad alcune situazioni extra-campo un po’ scomode.

Tutto è partito dalle dichiarazioni fatte dalla moglie e agente di Mauro Icardi, Wanda Nara, dove affermava che i meneghini stavano per cedere suo marito alla Juventus. Parole che sicuramente non hanno fatto piacere ai vertici del club di Corso Vittorio Emanuele. A non apprezzarle, è stato soprattutto il Direttore Sportivo Piero Ausilio che ha definito tali dichiarazioni “folkloristiche”. Successivamente, l’Inter è stata costretta a fare il pugno duro anche con l’acquisto più costoso della scorsa campagna acquisti: Radja Nainggolan. Il Ninja è stato momentaneamente sospeso dall’attività agonistica per motivi disciplinari, ma resta il fatto che tutto questo caos fuori dal campo non porta benefici a nessuno.

Inter, parla Biasin

A prendersi la briga di parlare di queste situazioni scottanti, ci ha pensato proprio il giornalista notoriamente di fede nerazzurra. Queste le sue parole: “Il nuovo direttore generale dei nerazzurri, Beppone Marotta, sembra aver voluto da subito mettere paletti importanti. Prima la risposta, cordiale ma decisa, alle parole di Wanda Nara in merito al rinnovo del contratto di capitan Icardi, quindi la punizione imposta all’acquisto estivo più importante dell’ultimo mercato estivo. E veniamo alle conclusioni. Inutile fingere che le marachelle di Nainggolan non comportino problemi doppi per mister Spalletti“. Insomma, il centrocampista belga deve cominciare a darsi una regolata, altrimenti la faccenda si fa più che seria.

Inter Napoli, ecco a chi è stata affidata la direzione del match di San Siro

modric

Modric Inter, il sogno “d’Oro” per i nerazzurri potrebbe riaprirsi