Inter, Gosens l’uomo giusto ma c’è un ultimo ostacolo da superare

di Vincenzo Mirto

Inter, in questi ultimi giorni di mercato Beppe Marotta e Piero Ausilio sarebbero pronti ad affondare il colpo Robin Gosens dall'Atalanta.

La priorità della dirigenza, infatti, sarebbe quella di acquistare un nuovo esterno di sinistra da alternare momentaneamente ad Ivan Perisic per poi prendere definitivamente il suo posto. Il croato è in scadenza di contratto a fine stagione e il rinnovo sembrerebbe molto complicato. Nelle ultime settimane sono stati diversi i nomi accostati all’Inter ma sarebbe quello di Gosens il preferito da dirigenza ed allenatore.

L’esterno, arrivato a Bergamo nel 2017, è esploso con Gian Piero Gasperini e si può ormai considerare uno dei migliori al mondo nel suo ruolo conquistando anche un posto fisso nella nazionale tedesca e la sua esperienza all’Atalanta sembra destinata a concludersi presto per tentare il definitivo salto di qualità in una big. I numeri parlano chiaro per lui: 157 presenze, 21 gol e 20 assist in maglia bergamasca e la sua valutazione è di almeno 30/40 milioni di euro.

Esterno mancino molto veloce e tecnico, spietato specialmente in fase offensiva. Le sue caratteristiche sarebbero ideali per il 3-5-2 di Simone Inzaghi anche per il futuro. Ci sarà da battere soprattutto la concorrenza del Newcastle, che ha già trovato un principio di accordo ma soprattutto convincere l’Atalanta a cederlo già a gennaio. Le parti sarebbero in trattative avanzate, si parla di un'intesa raggiunta e a questo punto non resta che attendere notizie ufficiali. Il giocatore, intanto, avrebbe già dato il suo ok ai nerazzurri. C'è da sottolineare che il tedesco è fermo per un’infortunio al bicipite femorale della coscia destra dallo scorso 29 settembre, con una ricaduta a fine novembre che ha prolungato ulteriormente i tempi di recupero; si spera che dovrebbe tornare regolarmente a disposizione dopo la metà di febbraio. L’Inter fa sul serio ed è pronta a chiudere il colpo.


Dalla stessa categoria

Le prossime partite

La classifica

Condividi su