(ID) Gigi Simoni: “Non avrei tolto la fascia ad Icardi”

GIGI SIMONI – L’ex allenatore dell’Inter, condottiero dei nerazzurri nella vittoriosa spedizione della Coppa Uefa 1998, ha parlato in esclusiva ai microfoni di Interdipendenza.net.

Cosa ne pensa della vicenda Icardi-Inter-Spalletti?

“La vicenda non è per niente simpatica, in tanti anni di calcio non mi è mai capitata una cosa del genere. Non vivendola direttamente e non essendoci dentro, penso sia diverso valutare. Le squadre di calcio sono sempre un’incognita. Non viene mai fuori tutto, e non si conosce la verità, dipende tutto da cosa si dice e come si dice. Stando ai fatti Icardi si prende delle liberà eccessive. Io non ho mai avuto un procuratore, ed ho cercato sempre di farmi accontentare dalla società. Il ragionamento e la discussione chiariscono le cose. Questa situazione non ha ne capo ne coda. Io personalmente non avrei tolto la fascia ad Icardi a questo punto della stagione, sarebbe stato più corretto aspettare la fine”.

Crede che l’allenatore, in questo caso Spalletti, avrebbe dovuto fare qualcosa in più?

“L’allenatore è l’ago della bilancia dello spogliatoio, ma non è assolutamente semplice in queste occasioni, è molto complicato”.

Parliamo di spogliatoio, pensa ci siano delle differenze tra il suo e quello attuale?

“Sono stato fortunato, non ho mai trovato uno spogliatoio di persone così per bene come in quell’anno (1997/1998). Non ho mai avuto problemi con nessuno dei calciatori”. 

Una curiosità, la rincorsa verso l’arbitro Ceccarini la rifarebbe?

“Sì, è stato un gesto istintivo. L’ho insultato, dando sempre del lei al direttore di gara. Ci giocavamo lo scudetto quella giornata”.

Gigi Simoni

Disclaimer – Il presente articolo non è riproducibile senza citazione della fonte con inserimento di link attivo allo stesso. Ogni violazione verrà perseguita a norma di legge.

Inter News, per la panchina il preferito di Zanetti resta lui: il nome

inter spalletti

Genoa Inter | I convocati di Spalletti, ritorna Icardi, ancora out…