Inter, Bayer Leverkusen avversario temibile: pregi e difetti dei tedeschi

Inter, battere il Bayer Leverkusen per poi accedere alle semifinali: sogno o possibilità concreta?
08.08.2020 11:30 di Sabino Del Latte   Vedi letture
Fonte: Tuttosport

Dove potrà arrivare l'Inter di Antonio Conte? Sarà in grado di vincere l'Europa League? Prevedere il futuro non è facile, ma di certo i nerazzurri hanno tutte le carte in regola per arrivare in fondo alla competizione. Dopo aver sconfitto il Getafe negli ottavi di finale 2-0 al termine di una gara molto maschia, il prossimo ostacolo dei meneghini è rappresentato dal Bayer Leverkusen, squadra tedesca molto temibile che cerca in ogni partita di esprimere un buon gioco senza mai risparmiarsi. 

Come riportato da Tuttosport, i tedeschi hanno alla base del proprio credo calcistico tre idee quali la difesa a quattro utilizzata nell'80 per cento delle gare europee, il doppio mediano a proteggere la difesa e la punta centrale utilizzata quasi sempre, se non in due occasioni, dall'allenatore Bosz. Dal punto di vista difensivo, il Leverkusen non è facile da affrontare ma allo stesso tempo lascia spesso e volentieri a desiderare. In campionato sono 44 le reti subite a testimonianza di come per quanto solida, la difesa non risulti essere sempre impeccabile. Per quanto riguarda invece la fase offensiva, i tedeschi hanno messo a referto 61 reti, segno di come i veloci attaccanti possano mettere in difficoltà la retroguardia interista. 

Per quanto concerne il capitolo singoli, Havertz è sicuramente uno dei giocatori più talentuosi e pericolosi, senza dimenticare i gemelli Lars e Sven Bender, rispettivamente terzino destro e e centrale difensivo. Peserà, e non poco invece, l'assenza di Aranguiz. Insomma, si prospetta una partita totalmente diversa rispetto a quella contro il Getafe: i tedeschi si giocheranno il passaggio in semifinale a viso aperto, uomo contro uomo, minuto dopo minuto e solo una difesa ancora impeccabile, permetterebbe ai ragazzi di Conte di continuare a sognare.