(Inter News) Steven Zhang è pronto: servono 150 milioni

Inter News: Zhang pronto all’investimento

(Inter News) E’ di ieri la notizia dell’accordo sottoscritto da Inter e Milan che sancisce la volontà dei due club di continuare a giocare in uno stadio unico. Con tutta probabilità il Meazza, salvo ripensamenti clamorosi. Il Comune di Milano sta facendo di tutto per mettere le due società nella condizione di optare per il rinnovo di San Siro, anche concedendo l’area in diritto di superficie per 99 anni. In poche parole un diritto di proprietà a scadenza lunghissima.

L’importanza di un nuovo impianto è evidente tanto al gruppo Suning che ad Elliott. Solo con una struttura all’altezza di quelle dei top club europei Inter e Milan potranno ragionevolmente pensare di trarre dall’impianto i ricavi che Juventus, Real Barcellona ecc. mettono a bilancio ogni anno.

Secondo la Gazzetta dello Sport di oggi Inter e Milan concordano sulla necessità di trovare una soluzione che contempli una nuova funzionalità per tutta l’area circostante lo stadio. San Siro dovrebbe dunque diventare il punto di attrazione centrale di una zona caratterizzata da nuovi insediamenti commerciali collegati allo stadio.

E’ un disegno dunque che va al di là del semplice ammodernamento di San Siro e su cui Steven Zhang è disposto a fare all in. 150 milioni di euro sarebbero la somma necessaria a realizzare questo sogno in grado di assicurare risorse certe ai due club negli anni a venire.
Anche i dirigenti Elliott sarebbero convinti dell’operazione, considerando che il nuovo Ad rossonero Gazidis ha già sperimentato un’operazione del genere in casa Arsenal.
Tutto lascia dunque pensare che entro il termine dell’anno i due club possano condividere il progetto definitivo da sottoporre all’Amministrazione Comunale meneghina.

(Fonte: la Gazzetta dello Sport)

Inter Dipendenza è fonte ufficiale di Google News. Rimani aggiornato, seguici qui

Javier Zanetti: “la Juve è forte ma la nostra squadra può batterla”

Tottenham news, una vittoria amara: Pochettino perde un altro titolarissimo