Zaccheroni svela: “Il 5 maggio ero tentato dal dire a Cuper…”

L’ex tecnico tra le altre di Inter e Lazio, Alberto Zaccheroni, è tornato a parlare del match del 5 maggio 2002, quando sedeva sulla panchina biancoceleste, intervistato da Andrea Scanzi, durante la trasmissione Futbol:

“Ho detto che l’Inter quel giorno non avrebbe vinto nemmeno se avesse cambiato gli 11 giocatori in campo la sensazione era quella. Ero tentato di suggerire a Cuper di far entrare Seedorf, serviva un giocare che spronasse gli altri, che trasmettesse stimoli. Loro hanno sbagliato approccio alla gara, poi arrivò l’avvertimento la giornata prima quando perdemmo a Bologna e alla Rai, mentre intervistavano Cuper, passai io in collegamento e, sollecitato dal giornalista, lui mi disse “dico solo a Zaccheroni che domenica li metto in campo tutti e tre” (Ronaldo, Recoba e Vieri).

Prima della partita poi successe qualcosa di strano, loro erano sotto la curva ad applaudire e durante l’annuncio delle formazioni i tifosi della Lazio applaudirono tutti tranne Poborsky, reo di esser amico di Nedved, l’unico che avrebbe potuto giocare per vincere e lui, guardando i filmanti, dopo i gol andò sotto la curva ad urlare contro i tifosi”

Pedullà: “I rapporti tra l’Inter e Mancini sono al minimo”

Inter, pazza idea dal Manchester Utd