inter spalletti

Un vuoto da riempire, l’urlo di Spalletti e Icardi

Inter: Spalletti e Icardi, l’urlo dovrà essere il loro

(Inter Spalletti Icardi) La partita di stasera con il Benevento sarà particolare per molti motivi. Il più evidente sarà San Siro vuoto, un pugno nell’occhio rispetto ai pienoni cui i giocatori sono abituati.
Una sensazione strana che avvolgerà i ragazzi di Spalletti, abituati a correre in campo spinti dall’entusiasmo e dalla passione di una muraglia umana.

Stasera sentiranno le loro voci rimbombare in un silenzio assurdo e mortificante per lo sport. L’avversario non è di quelli che suscita l’adrenalina a mille, che obbliga alla massima concentrazione, dunque insieme allo stadio vuoto ed alle ferie appena terminate un mix micidiale che potrebbe preparare il terreno a mille difficoltà.
Un normale turno di coppa Italia si trasforma in una prova d’esame ardua, soprattutto dal punto di vista psicologico e qui la squadra e Spalletti dovranno dimostrare quella maturità che tutti si aspettano.

Spetterà al mister alzare l’asticella della concentrazione per mandare in campo una squadra che sappia reagire alla situazione anomala come ci si aspetta. E spetta soprattutto a Mauro Icardi dimostrare che le polemiche di questi giorni sono parole che restano fuori dal campo.

Non ci sono contratti o milioni che tengano, stasera l’osservato speciale alla TV sarà lui, Mille occhi scruteranno ogni suo atteggiamento, ogni movimento per capire se il suo impegno è pari alle sue richieste economiche. Il mister ed il bomber, la gente nerazzurra attende stasera il loro urlo a squarciare il silenzio del Meazza.

Caso Icardi o…casinò Wanda?

Inter Benevento, la probabile formazione nerazzurra: due esordi stagionali e turnover