Un gesto di Nainggolan a Ranocchia spiega il futuro dell’Inter

Perisic Icardi e Nainggolan, sono loro i decisivi

Su Sky Sport è proseguita oggi l’analisi della vittoria nerazzurra a Parma. Tre punti che chiudono il periodo nero iniziato dopo la vittoria a Empoli di fine 2018 e che ha rotto il digiuno di gol del nuovo anno. Soprattutto la ripresa ha detto molto sull’importanza di Nainggolan nello scacchiere di Luciano Spalletti. Il Ninja in una condizione appena discreta permette lo sviluppo di un’azione del tutto diversa dallo snervante giro palla visto nelle ultime settimane, diventando l’immediato riferimento per lo scarico in profondità di Brozovic.

Marco Bucciantini ha focalizzato la sua attenzione sui giocatori più importanti ed ha sottolineato una immagine sfuggita ai più al termine della gara. Una spiegazione tra Nainggolan e Ranocchia che spiega la genesi del gol di Lautaro e quanto la presenza del Toro possa incidere nella manovra d’attacco nerazzurra.

Nainggolan spiega

Il discorso di Spalletti è chiaro: ‘Abbiamo recuperato Nainggolan, Perisic e ora chiudiamo anche Icardi’, questi sono i giocatori decisivi dell’Inter. Se questi sono sereni, se si possono concentrare solo su quello che devono fare, possono dare una mano all’Inter. Era difficile, dopo un mese che non segni, hai perso la Coppa Italia, vieni da una brutta partita persa in casa col Bologna, vedere di più era impossibile. E lo ha capito la squadra, e l’ha aspettata la partita.

L’Inter ha una base di organizzazione, anche quando le cose vanno male la base c’è. A me ha colpito molto il gesticolare di Nainggolan con Ranocchia alla fine della partita quando ha fatto il segno che, con due punte davanti, io posso andare su Lautaro e gol. Era un gesticolare nostro, un po’ di tutti e non deve essere impossibile vedere insieme Lautaro e Icardi”.
Fonte Sky Sport

(Flash) Ausilio in uscita dall’Inter? Destinazione prestigiosa

Lautaro Inter: ieri la prima volta. L’attaccante nerazzurro protagonista