CURVA NORD inter napoli

Ultras Inter, sentenza il 20 marzo: le richieste di condanna dei pm

ULTRAS INTER – A circa tre mesi dagli eventi accaduti prima del match tra Inter e Napoli, del 26 dicembre 2018, sono state formulate le richieste di condanna per gli ultras coinvolti negli incidenti. Questi hanno portato alla morte di Daniele Belardinelli. I pm hanno richiesto pene pesanti: 5 anni, 8 mesi e 10 giorni per Nino Ciccarelli (capo ultrà Viking e già soggetto al Daspo del gip di 8 anni), 3 anni, 8 mesi e 20 giorni per Piovella (Boys). Oltre a loro due chieste anche le condanne di Martinoli (ultrà del Varese), Baje e Tira ancora in carcere da fine dicembre.

Come riportato dall’edizione odierna della Gazzetta dello Sport le pene richieste dai pm insieme al procuratore aggiunto vengono ritenute dai legali degli imputati: “Pene sproporzionate“. Quest’ultimi hanno invocato le attenuanti generiche, contrariamente a quanto vorrebbero i pm.

Ultras Inter, il 20 marzo la sentenza

Fra circa una settimana si saprà la sentenza. Nel giorno successivo, il 21 marzo, si potrà capire come si concluderà il patteggiamento di Da Ros, il quale con le sue dichiarazioni diede una svolta alle indagini degli inquirenti. Per lui probabilmente sarà prevista una pena ridotta rispetto agli altri, si parla di 1 anno e 10 mesi.

Nel mentre, a Napoli, si continua con l’udienza per capire chi ha ucciso Belardinelli. Dopo la presunta individuazione dell’auto responsabile dell’investimento, non ci sono più state novità. Circa 30 gli indagati, ma ancora nessun nome certo per il responsabile.

Fonte: Gazzetta dello Sport

 

Mauro Icardi Inter

Icardi Inter, situazione al bivio. I nerazzurri a caccia del sostituto

Derby Milano, Milan ed Inter preparano le mosse per un derby europeo