(TS) Inter news | Linea dura della società: chi non rientra nei piani, vada via

Db Milano 30/04/2017 - campionato di calcio serie A / Inter-Napoli / foto Daniele Buffa/Image Sport nella foto: Zhang Jindong-Javier Zanetti

Inter news: linea dura della società

Inter news: mancano appena 11 giorni al 30 giugno e poi il club nerazzurro dovrà riuscire a realizzare almeno 30 milioni di plusvalenze per sistemare i conti con il fair play finanziario imposto della Uefa.

Di seguito le parole di Tuttosport a riguardo delle possibili cessioni in ottica nerazzurra: “Facile per Ausilio sarebbe vendere Perisic allo United per 38 milioni ma, semmai Suning dovesse sacrificare il croato, vuole farlo alle sue condizioni, visto che valuta il giocatore 55 milioni e ci sarà un’estate per arrivare a un accordo, considerato che è fondato il sospetto che Perisic abbia già detto sì a Mourinho“.

Certo è – si legge su Tuttosport – che da qui fino a fine mese andranno monetizzate alcune cessioni e l’attenzione è rivolta a quei giocatori per cui possa essere realizzata una plusvalenza (la cessione di Jovetic, per esempio, può tranquillamente essere congelata visto che i 12 milioni richiesti non comporterebbe
ro segni positivi in bilancio)“.

Il club nerazzurro  – sottolinea il quotidiano sportivo –avrebbe potuto fare già un passo importante se Biabiany avesse accettato la corte di Stramaccioni per portarlo allo Sparta Praga: l’accordo tra club era totale sulla base di 6 milioni (tutti buoni per il bilancio, visto che Ausilio aveva dato fiducia al francese, svincolato, quando era ancora convalescente per i problemi cardiaci che avevano fatto saltare il trasferimento al Milan), ma il niet dell’interessato ha mandato in frantumi i piani dell’Inter“.

A questo punto Zhang Jindong e la dirigenza nerazzurra è stata costretta ad adottare una linea dura contro chi non accetta la cessione. Ecco le parole riportate dal quotidiano: “Un no che ha convinto il club a dare un giro di vite con i procuratori dei giocatori in uscita: chi non è nei piani sarà invitato caldamente a trovarsi squadra perché l’assenza di impegni legati alle coppe europee e l’arrivo dei nuovi acquisti comporteranno lunghissimi mesi passati in panchina“.