milan skriniar

Tanti auguri Skriniar! Da brutto anatroccolo a splendido cigno

Tanti auguri Skriniar

Tanti auguri Milan Skriniar per i tuoi 24 anni. Il giovane difenosore slovacco è arrivato in sordina, per molti sarebbe dovuto essere il ripiego di un centrale titolare mai arrivato. Si è dimostrato subito all’altezza della situazione, forza, velocità e la calma di un veterano. Alla Sampdoria aveva già mostrato le sua qualità, ma il primo anno in nerazzurro è stato scintillante. Su di lui si sono infrante migliaia di sortite offensive avversarie.

Bisogna dirlo, a volte non è aggraziato ed è forse per questo che lo si apprezza ancora di più. Quando apre il compasso e sottrae il pallone è uno spettacolo per la vista, nessuno è stato risparmiato. Anche Luis Suarez, uno dei migliori attaccanti del mondo ne ha fatto le spese. Eh sì, perchè non conta il nome che porti dietro la maglietta, quando punti Milan sai per certo che potresti prenderti una facciata contro un muro. E’ soprattutto grazie a lui che l’Inter ha una delle migliori difese del campionato da due anni a questa parte, lasso di tempo che coincide perfettamente con il suo arrivo.

“Skrigno”, come viene chiamato dati tifosi interisti, non è entrato nei loro cuori solo per le sue doti tecniche, ma anche per la sua personalità ed il suo attaccamento alla maglia. Ha più volte espresso il desiderio di avere una carriera come il suo connazionale, Marek Hamsik, ed in campo è sempre l’ultimo a mollare. E’ emblematico l’urlo liberatorio dopo la rete contro il Benevento. L’Inter stava vivendo un periodo buio e tutto sembrava andare storto, ed il destino ha scelto proprio lui per sbloccare e ribaltare la situazione. Un urlo liberatorio, da interista vero. Ecco perchè i tifosi accettano persino il suo nome, Milan.

Questa è la favola di un predestinato, di Milan Skriniar, colui che ha sempre avuto il DNA del cigno, ed ha avuto modo di dimostrarlo.

Tanti auguri Milan!

Schwab punge l’Inter: “Giovedì sono sicuro che loro…”

Europa League | Ecco la lista dell’Inter, non ci saranno…