Segnali Scudetto: quattro vittorie di fila con scarto minimo, Conte gode

La striscia di vittorie consecutive, a quota nove, era iniziata con cinque trionfi praticamente mai in discussione: ora le vittorie di misura.
04.04.2021 14:30 di Nicolò Toccaceli   Vedi letture

A Parma ci volle un Alexis Sanchez versione diamante per aver ragione dei ducali nel 1-2 finale; con l'Atalanta la risolse Skriniar in mischia, vittoria fondamentale per 1-0; a Torino altro 1-2 firmato LuLa, con l'intermezzo di Sanabria per la pelle d'oca; a Bologna, ecco un altro 1-0, ancora targata Romelu Lukaku.

Queste quattro partite hanno in comune la vittoria sporca, di misura, contro rose ben organizzate e abili a difendersi, soprattutto nel caso di Atalanta e Torino. Non è un caso, ma Conte sa che gli scudetti si vincono soprattutto così. La striscia di vittorie consecutive, ancora in corso a quota nove, era iniziata con cinque trionfi praticamente mai in discussione: contro Benevento, Fiorentina, Lazio, Milan e Genoa sono arrivati tutti successi con almeno due gol di scarto e segnando sempre nei primi tempi, con addirittura tre gol nei primi dieci minuti.

Ora i giocatori in nerazzurro hanno capito che possono controllare il match, navigando a vista ma sempre accorti, come un felino. In attesa di Napoli, Roma e Juventus, le big ancora da affrontare, l'obiettivo era soltanto vincere, non importava il come.

Conte ha recepito, i suoi uomini pure. Anche questi, soprattutto questi, sono segnali Scudetto.