Spalletti conferma: esclusioni eccellenti dalla lista Champions. Ecco chi rischia

Inter Champions con la lista ridotta per il FFP

(Inter Champions) A causa delle restrizioni imposte dal FFP, quando si tratterà di presentare la lista dei giocatori per la prossima Champions, l’Inter sarà costretta a tagliare almeno un paio di giocatori. Ne ha parlato Spalletti oggi nella prima conferenza stampa della stagione.

Quarta fascia e rosa ridotta? Il discorso della rosa ridotta sarebbe una difficoltà se non la completassimo per quanto riguarda il discorso di campionato, penso sia un numero sufficiente per giocare tutte le competizioni, bisogna stare attenti quando ci saranno le scelte da fare. La più grossa difficoltà è quella di andare a dire a un paio di calciatori che non potranno essere in lista, sarà un momento che non vorrei mai andare a vivere”.

La composizione della lista

Solo per inquadrare il problema, si ricorda che la base di partenza della lista da presentare all’UEFA sarà rappresentata da quella relativa all’ultima apparizione in una competizione Europea, nel 2016/17 in Europa League. Questa era l’elenco presentato all’UEFA in quella stagione:
Portieri: Handanovic, Carrizo, Berni
Difensori: Andreolli, Ansaldi, D’Ambrosio, Miranda, Murillo, Nagatomo, Ranocchia, Santon
Centrocampisti: Banega, Brozovic, Candreva, Medel, Felipe Melo
Attaccanti: Eder, Icardi, Palacio, Perisic, Biabiany

Solo 11 di quei 21 giocatori sono ancora in rosa. Dalle cessioni di Medel, Banega, Ansaldi e Murillo l’Inter ha ricavato spazio per circa 30 milioni, la stessa cifra che sarà coperta dall’inserimento in lista di Milan Skriniar.

Entrate e uscite a somma zero

De Vrji e Asamoah, giunti a parametro zero non avranno problemi ad essere inseriti, mentre le cessioni di quest’anno di Eder, Biabiany, Nagatomo, Santon apriranno altri spazi per i nuovi innesti.
La società potrà far valere anche due delle cessioni effettuate di chi nella lista 2016-17 non entrò pur facendo parte della rosa campionato (ad es.Kondogbia e Jovetic) in qualita di “designated players”. E nel conteggio vanno inseriti anche gli addii dei giovani allora presenti in lista B.

Nella lista da presentare all’Uefa tra qualche settimana potranno essere inseriti giocatori di valore eguale a quello di altri ceduti. Proprio questo prinicipio di “somma zero” costringerà Spalletti a qualche esclusione dolorosa, per fare spazio a Nainggolan, Politano, e Lautaro Martinez, molto costoso ma anche unica alternativa (per ora) a Mauro Icardi.

Le ipotesi? Uno dei più probabili sembra Dalbert, soprattutto per l’alto valore (20 milioni). Per la stessa ragione a forte rischio sembrano anche Vecino, pagato 24 milioni di euro l’estate scorsa e Gagliardini (20 milioni).

Inter Dipendenza è fonte ufficiale di Google News. Rimani aggiornato, seguici qui

Flash mercato: un secco no in faccia all’Inter, brutto colpo dall’Inghilterra

Sarri arriva al Chelsea e fa piazza pulita: tre big in partenza, è rivoluzione